“In C” e “La corazzata Potëmkin”, come rivivono due capolavori del Novecento

L’opera minimalista di Terry Riley in una nuova esecuzione a cura di Tempo Reale, il film di Ejzenstejn proiettato con una colonna sonora dal vivo di Edis Studio. Appuntamenti martedì 12 giugno all’Almagià e il 13 al teatro Rasi

Terry Riley Ritratto

Il compositore Terry Riley

Rivivono con il Ravenna Festival due capolavori del Novecento che hanno rivoluzionato l’estetica musicale e del cinema e ancora oggi influenzano la creatività artistica. Si tratta di In C di Terry Riley, pietra miliare del minimalismo musicale composto nei primi anni ’60 e del La corazzata Potemkin del regista russo Sergej Ejzenstein, film muto fra i più ammirati (ma anche censurati, discussi e citati, pure con ironia) della storia della settima arte.

La composizione di Riley – poche pagine essenziali di notazioni, tutte da interpretare nei modi e nei tempi da parte degli esecutori – torna e risuonare in forma “per ensemble” a cura di Tempo Reale (con Francesco Canavese e Francesco Giomi quali maestri concertatori) con la partecipazione degli allievi degli istituti musicali di Ravenna, Faenza e Forlì e di Francesco Paci Dalò al clarinetto. L’appuntamento è per martedì 12 luglio alle Artificerie Almagià (inizio ore 21.30).

FAMILA MRT 24 11 – 02 12 20

Per saperne di più su In C, Terry Riley e la tendenza sonora minimilasta che ha segnato, oltre alla cosidetta musica colta anche parte della musica rock e pop degli ultimi 50 anni si veda l’articolo di Francesco Farabegoli pubblicato sul Ravenna Festival Magazine e sul nostro portale R&D Cult.

Corazzata Potemkin Scena

Un fotogramma dal film “La corazzata Potemkin”

Il celebere film di Ejzenstejn invece rientra nel tradizionale appuntamento del festival con i grandi classici della storia del cinema muto “rianimati” dall’esecuzione dal vivo della colonna sonora, della serie “Musica e cinema”, in programma mercoledì 13 giugno, al teatro Rasi (inizio ore 21).  Protagonista il collettivo di compositori Edison Studio impegnato nel live della nuova sonorizzazione che hanno creato nel 2017 con il contributo Siae per il progetto “Siae – Classici di oggi” sulla pellicola restaurata della Cineteca di Bologna.

Voci in lingua russa, suoni digitali, strumenti d’orchestra e una ricerca radicale sui rumori restituiscono potenza alla pellicola di Ėjzenštejn, proiettata per la prima volta a Mosca nel 1925 e dedicata a uno dei momenti più celebri della Rivoluzione Russa del 1905, l’ammutinamento dell’equipaggio della corazzata Potëmkin. La “nuova” Potëmkin contiene invettive, incitazioni e ordini in russo; il clangore dell’ammutinamento e i ritmi terribili delle guardie zariste che compiono la strage sulla celebre scalinata; un contrabbasso (Giacomo Piermatti) e una chitarra elettrica (Vincenzo Core), ma soprattutto l’incredibile inventiva di Edison Studio – Luigi Ceccarelli, Fabio Cifariello Ciardi, Alessandro Cipriani – che si sposa al frenetico montaggio delle scene, restituendo tutta la potenza di volti, gesti, accelerazioni in una colonna sonora complessa e di grande densità.

Una ricognizione del progetto di riedizione sonorizzata dal vivo della mitica Potëmkin nell’articolo del nostro “occhio critico” Francesco Della Torre sulla carta della rivista Ravenna Festival Magazine e  su R&D Cult online.

ARKA ERGO STUDIO BILLB 12 – 30 11 2020
CONAD APERTI BILLB 22 03 -30 11 20
REGIONE ER LAVORO LEADERB MID1 12 – 29 11 20
DECO – PIADINA LORIANA LEAD HOME E CULT SPETTACOLI 01 01 – 31 12 20