Fésta chiude con l’Histoire du soldat, omaggio a Pasolini

All’Almagià la produzione Menoventi con l’esecuzione musicale dell’Ensemble Zipangu

Histoire Ph (1)L’Histoire du soldat, dopo la prima nazionale che si è tenuta lo scorso venerdì 2 novembre al teatro Giuseppe Verdi di Pordenone, arriva a Ravenna nell’ambito di Fésta, a chiusura della rassegna organizzata da E-production.

La fiaba musicale di Stravinsky viene riscritta dal regista Gianni Farina a partire dal libretto originario di Charles Ferdinand Ramuz, tenendo in mente anche gli appunti di Pier Paolo Pasolini – di cui da poco è ricorso l’anniversario della morte – per un progetto rimasto incompiuto e che sarebbe stato destinato a diventare un film.

FAMILA MRT2 27 02 – 04 03 20

E proprio al cinema di Pasolini l’Histoire du soldat sembra guardare con i suoi inserti video curati dai film-maker Davide Maldi e Micol Roubini.

L’allestimento vede la regia di Gianni Farina dei Menoventi, accompagnata dall’esecuzione musicale dell’Ensemble Zipangu diretto dal musicista Fabio Sperandio (violino dell’Orchestra del Comunale di Bologna e fondatore dell’Ensemble). Si esibiranno i musicisti Roberto Noferini al violino, Fabio Quaranta al contrabbasso, Luca Milani al clarinetto, Giulia Ginestrini al fagotto, Alberto Brini alla cornetta, Andrea Maccagnan al trombone, Mirco Natalizi alle percussioni; in scena, i due attori friulani Consuelo Battiston e Roberto Pagura, oltre a Michela Facca e Giacomo Pontremoli.

A Ravenna l’appuntamento è per domenica 11 novembre all’Almagià, alle 21 e la messinscena vuole celebrare il centenario dell’opera originale. Biglietti a 10 euro (la prenotazione è fortemente consigliata e va fatta via mail all’indirizzo info@e-production.org oppure via telefono al 338.3237507).

TORNERIA IN LEGNO CP BILLB TOP 30 01 – 29 02 2020
AGENZIA MARIS BILLB CP 25 02 – 31 03 20
RD CASA ANNUNCI – HOME LEAD BOTTOM 01 01 19 – 31 12 20