Il teatro Alighieri cantiere di nuove produzioni: “L’isola disabitata” e “Orfeo”

Le prove del regista Luigi De Angelis per l’opera di Haydn e poi per quella di Monteverdi, affidata a Pier Luigi Pizzi

Luigi De Angelis Regista

Il regista Luigi De Angelis

Giorni di prove nella “fabbrica” del Teatro Alighieri di Ravenna, che dietro le porte chiuse al pubblico – fino al 5 marzo secondo l’ultimo Dpcm – non ha interrotto le attività. Dopo aver inaugurato la Stagione con lo streaming gratuito di Histoire du soldat di Stravinskij (disponibile fino al 22 aprile su ravennafestival.live), si lavora su nuove produzioni: su L’isola disabitata di Haydn, affidata alla regia di Luigi De Angelis, fino a fine gennaio; mentre febbraio sarà dedicato all’Orfeo di Monteverdi, firmato da Pier Luigi Pizzi.

In questa fase le energie si concentrano sulla messa a punto registica e preparazione musicale dei cantanti, mentre l’ingresso dell’orchestra – per l’Isola il Dolce Concento Ensemble diretto da Nicola Valentini e per l’Orfeo l’Accademia Bizantina di Ottavio Dantone, affiancata dal Coro Costanzo Porta preparato da Antonio Greco – avverrà in vista dell’inserimento in calendario degli eventi, destinati alla seconda metà del 2021.

«Ottimizziamo i tempi di produzione – spiega infatti Antonio De Rosa, Sovrintendente di Fondazione Ravenna Manifestazioni – trasformando anche il periodo a porte chiuse in un investimento di creatività ed energie che guarda al futuro. Così tuteliamo i lavoratori e gli artisti, garantendone gli impegni, ma anche gli spettatori, che devono saperci preparati a qualunque contesto ci attenda nei mesi a venire».

RAVENNANTICA MOSY NUOVO BILLB 17 09 – 31 12 21
CONSAR BILLB 11 – 17 10 21
CONAD APERTI BILLB 22 03 20 – 31 10 21