Il vicesindaco: «Altri ritardi nei dragaggi e si perde la fiducia degli operatori»

Fusignani tiene il fiato sul collo al presidente dell’Autorità portuale che aveva ipotizzato la pubblicazione del bando da 250 milioni entro luglio: «Siamo al 26 e non sappiamo nulla, sarà difficile accada entro il 31». Intanto due draghe al lavoro al terminal crociere per spostare gli accumuli

Veduta aerea della penisola Trattaroli (foto Meetup A rivedere le stelle)

Due draghe sono impegnate nel livellamento del fondale in avamporto in previsione dell’arrivo di quattro navi al terminal crociere di Porto Corsini nel cui bacino di evoluzione si sono creati accumuli di sabbia. Il vicesindaco con delega al Porto, Eugenio Fusignani, coglie l’occasione per tenere il fiato sul collo dell’Autorità portuale a cinque giorni dalla fine di luglio che era stato definito pubblicamente dal presidente Daniele Rossi come il mese buono per la pubblicazione del maxi bando da 250 milioni di euro per la rimozione di 5 milioni di mc di fanghi e portare il Candiano a 12,5 metri di profondità. «Dopo anni di attesa ci aspettiamo che non ci siano ulteriori ritardi – ha detto il numero due di Palazzo Merlato, espressione in giunta del Pri che detiene la delega portuale da almeno tre legislature –, perché gli operatori portuali, che in questi anni hanno affrontato problemi e sacrifici e ai quali siamo vicini, hanno bisogno di interventi e risposte concreti, che solo un’opera così importante può dare».

A metà giugno il boss di via Antico Squero in una uscita pubblica di fronte a manager vari aveva circoscritto la pubblicazione del bando alla parentesi temporale «della seconda settimana di luglio». Siamo alla fine della quarta settimana e il bando non è ancora uscito.

«Al momento non abbiamo comunicazioni ufficiali riguardo all’uscita del bando – dice Fusignani –. Ma posso immaginare che sarà difficile avvenga entro luglio visto che siamo al 26 e ancora non ci sono annunci in vista. Dopo anni di attesa non fanno molta differenza 15 giorni, però visto che il presidente ha fissato un momento piuttosto preciso mi auguro che non si vada avanti di un mese perché quando si comunica una data con una certa precisione a una distanza piuttosto ravvicinata, poi si rischia di danneggiare la fiducia degli operatori nelle istituzioni».

E invece Fusignani vuole tutt’altro: «Siamo accanto agli operatori e al mondo della portualità, siamo con loro. Però sia chiaro a tutti che in questa partita, che è la partita per eccellenza della nostra economia, il Comune non ha possibilità di intervento perché tutta la competenze è in capo ad altre istituzioni». Se ci sono ulteriori ritardi allora occorre spiegarli: «Vanno fatti nomi e cognomi di chi sta prendendo tempo per la sua parte di lavoro. Chiunque è coinvolto in questa procedura deve avere ben chiaro che stiamo parlando di un’opera importante, non del porticciolo di Casal Borsetti, con tutto il rispetto per Casal Borsetti. E qualunque ente coinvolto ha dei dirigenti a cui spetta la responsabilità di fare la propria parte, senza indugiare».

ACCADEMIA DEL MUSICAL BILLB 17 09 – 04 10 20
CONSAR HOME BILLB 08 – 30 09 20
CONAD APERTI BILLB 22 03 -30 09 20
REGIONE ER SCUOLA SICURA LEADERB BOTTOM 14 – 30 09 20
COFARI HOME LEAD MID 21 – 30 09 20