La Regione chiede al ministero di accelerare procedure per la tangenziale di Ravenna

L’adeguamento della statale 16 Adriatica nell’elenco delle opere in fase di progettazione per cui l’Emilia-Romagna vorrebbe uno sblocco come rilancio dopo la pandemia

CavalcaviaespLa Regione Emilia-Romagna ha inviato al ministero dei Trasporti e delle Infrastrutture una lettera firmata dall’assessore competente, il cervese Andrea Corsini, con l’invito ad accelerare la ripartenza di una serie di interventi come strade e autostrade in agenda da tempo e il cui percorso rischia di subire un ulteriore rallentamento a causa dei contraccolpi della pandemia.

Fra le opere di competenza di Autostrade per l’Italia c’è l’ampliamento alla quarta corsia dell’autostrada A14 fra Ponte Rizzoli e l’interconnessione con la A14 diramazione Ravenna. Tra le opere in corso di progettazione o in fase di approvazione – per le quali viene auspicata un’accelerazione delle procedure in vista di un rapido accantieramento dei lavori – che riguardano Anas c’è l’adeguamento della tangenziale di Ravenna.

CONAD NATURAL SALUMI MRT2 28 09 – 31 01 21

L’intervento di Corsini è in sintonia con la proposta avanzata dal presidente Stefano Bonaccini in sede di Conferenza Stato-Regioni per lo sblocco immediato degli investimenti pubblici già programmati da Anas e società Autostrade sul territorio dell’Emilia-Romagna e che potrebbero essere avviati in tempi rapidi, innescando così un feedback positivo dell’economia regionale.

«Nella difficile situazione che stiamo vivendo – sottolinea Corsini – la realizzazione di alcune delle principali opere viarie programmate sul territorio regionale può rivelarsi un fattore decisivo per favorire la ripartenza dell’economia regionale e la competitività dei più importanti distretti industriali dell’Emilia-Romagna, in primis ceramiche e biomedicale. Per questo ci sentiamo in dovere di rivolgere alla ministra De Micheli un pressante invito ad accelerare il più possibile le procedure per la progettazione degli interventi, l’affidamento dei lavori e l’avvio dei cantieri. Bisogna dare una risposta positiva nei tempi più rapidi possibili alle esigenze espresse dal territorio, anche in vista della ripresa dell’apparato produttivo dopo il blocco delle attività economiche imposto dall’emergenza sanitaria».

CONSAR BILLB 07 – 24 01 21
CONAD APERTI BILLB 22 03 20 – 31 01 21
RECLAM RPQ WEB MASTER BILLB 15 – 31 01 21
COFARI HOME LEAD 14 12 20 – 24 01 21