Omc ora parla di transizione energetica. Soddisfatti sindaco e Ravenna Coraggiosa

La manifestazione in programma a settembre annuncia un cambio di approccio: le estrazioni offshore di idrocarburi non saranno più il fulcro

Uff Stampa.it

Omc 2019

Le estrazioni di idrocarburi non saranno più l’unico tema al centro di Omc a Ravenna, la fiera biennale dell’offshore mediterraneo nata nel 1993, ma dall’edizione 2021 in programma a settembre (dopo lo slittamento di sei mesi) si parlerà la manifestazione si concentrerà sui temi della transizione verso la decarbonizzazione del sistema energetico e della trasformazione che il settore sta mettendo in campo per continuare a creare valore nel lungo termine.

Il tema scelto per la nuova edizione è “Ripensare l’energia insieme: creare alleanze per un futuro energetico sostenibile”. Monica Spada, presidente di Omc, afferma che Omc vuole configurarsi nell’ambito del Mediterraneo come un luogo di confronto e dialogo in cui stimolare l’attenzione e la consapevolezza sulle priorità del dibattito energetico. E, inoltre, favorire le condizioni per condividere know how ed esperienze tra piccoli e grandi player, contrattisti, istituzioni e consumatori.

Tra le novità saranno previsti una giornata all’insegna delle start up, un hackathon per sviluppare progetti e applicazioni che producano l’innovazione radicale necessaria in vista degli obiettivi di sviluppo sostenibile al 2030, una call for ideas rivolta a università e istituti di ricerca del Mediterraneo e Nord Africa per dare voce alle idee che rispondano al bisogno di produrre energia sostenibile e un contest che coinvolgerà le scuole del territorio.

Soddisfatto il sindaco Michele de Pascale che aveva anticipato il cambio di approccio della fiera nel corso di un’intervista rilasciata a R&D. Secondo De Pascale l’intenzione sarebbe quella di trasformare l’appuntamento in una cadenza annuale: «Una manifestazione da sempre fondamentale per la nostra città, che pone in questo modo Ravenna ancora più al centro del settore energetico e della green economy globale, con una visione verso un futuro sempre più sostenibile».

Con il cambio di nome, quella che aveva l’immagine della fiera dei petrolieri conquista anche il sostegno di Ravenna Coraggiosa, la lista della sinistra ambientalista che sosterrà De Pascale alle elezinoi: «È importante il nuovo nome della manifestazione, Med Energy Conference, che annuncia un’edizione che si concentrerà sui temi della transizione verso la decarbonizzazione. La necessità di superare la produzione di energia da fonti fossili per attenuare i cambiamenti climatici e arrivare in tempi rapidi alle fonti rinnovabili richiede di giungere alla produzione di energia eolica anche nel nostro mare Mediterraneo. Se Omc vuole configurarsi nell’ambito del Mediterraneo come un luogo di confronto e dialogo in cui stimolare l’attenzione e la consapevolezza sulle priorità del dibattito energetico, può essere davvero un’occasione importante».

CONSAR BILLB 20 – 30 04 21 om
CONAD APERTI BILLB 22 03 20 – 30 04 21
RECLAM RPQ WEB MASTER BILLB 15 01 – 30 04 21