Cmc approva il primo bilancio in concordato: 347 milioni di valore della produzione

La coop di via Trieste spende parole di elogio per il nuovo amministratore delegato Romano Paoletti

StampaL’assemblea dei soci della Cmc di Ravenna ha approvato il bilancio 2020 con un valore consolidato della produzione di 347 milioni di euro e un Ebitda (margine operativo lordo di 137 milioni. I valori, come fa sapere anche l’ufficio comunicazione della coop di via Trieste, sono influenzati in maniera sostanziale dalle poste attive straordinarie derivanti dalla contabilizzazione degli effetti positivi del piano concordatario approvato dal tribunale a maggio 2020.

«Nonostante il preoccupante contesto generale del settore, al quale si sono aggiunte le incognite legate all’emergenza sanitaria globale – si legge nella nota alla stampa – la cooperativa continua ad impegnare tutte le sue energie e a compiere tutti gli sforzi per raggiungere gli obiettivi del piano concordatario, ancora in fase di esecuzione, dando continuità e futuro al proprio business».

Nel mese di giugno c’è stata la nomina ad amministratore delegato di Romano Paoletti, con competenze, esperienza e caratteristiche più aderenti alla gestione delle attività della cooperativa,  affiancato da un advisory board esterno (composto da Pier Luigi Ungania, Mattia Berti e Augusto Machirelli) a sostegno delle attività di natura societaria, concordataria, finanziaria e fiscale: «Questo ha generato da subito un effetto positivo sia nei rapporti con i maggiori clienti che nella ripresa di ritmi produttivi più aderenti ai tempi di completamento dei cantieri, oltre a generare nuova e più elevata fiducia in tutto il personale Cmc».

RAVENNANTICA MOSY NUOVO BILLB 17 09 – 31 12 21
IDROZETA BILLB TOP 11 06 – 30 09 21
CONAD LIBRI SCUOLA BILLB 01 – 30 09 21