RavennaFood, dal “mangiare a casa” al “piatto sospeso” contro la povertà alimentare

Cuochi e produttori assieme a “Ecologia di comunità” e Comune promuovono donazioni di buon cibo a chi non se lo può permettere

Piatto Sospeso RavennafoodCon il progetto “Mangiare a casa”, promosso dall’associazione RavennaFood, si è creata una rete fra i professionisti del gusto e le case dove sempre più cuciniamo o dove può essere portato cibo pronto ad un prezzo equo da un ristoratore che fa consegne a domicilio. Un’occasione per gustare anche il menù di bravi cuochi nell’intimità delle mura della propria abitazione. Ma anche un’occasione per avviare un nuovo approccio alla cucina casalinga, perché un certo modo di cucinare può essere di grande qualità e bontà, attento allo spreco, alla conservazione, a cotture non invasive e ad un tempo pienamente salutistico.
È  l’interpretazione di una ristorazione che già si prepara al cambiamento del “dopovirus” e che vuole  anche farsi promotrice di un’iniziativa rivolta ai cittadini indigenti, contribuendo al contrasto alla povertà alimentare.

Da qui nasce “Il piatto sospeso”, un progetto che si è realizzato nel ravennate grazie alla collaborazione di due soggetti collettivi: Ecologia di Comunità, che raccoglie diversi enti e  associazioni di volontariato per combattere la povertà alimentare e, per l’appunto, RavennaFood emanazione ravennate di CheftoChef emiliaromagnacuochi, associazione che raccoglie le più attente imprese ristorative locali di produzione e di distribuzione di alimenti di qualità.
Una RavennaFood già attivamente presente all’interno della progettualità degli Assessorati al Turismo e alle Attività Produttive e una “Ecologia di Comunità” promosso e sostenuto in particolare dall’Assessore Valentina Morigi, responsabile delle Politiche Sociali del Comune di Ravenna all’interno dei Piani di Zona.

Il “Piatto sospeso” è un’iniziativa alla portata di chiunque voglia aiutare persone in difficoltà economica  (individuati dal sistema ravennate dei Servizi Sociali), che può donare ai ristoratori di “RavennaFood” che fanno pranzi a domicilio (il cosiddetto delivery) una cifra base di 10 euro (o un suo multiplo)  per finanziare la consegna di pasti al domicilio anche a quei concittadini che non se lo possono permettere.
 Per offrire un “piatto sospeso” è sufficiente comunicarlo al ristorante a cui è stato ordinato il mangiare a domicilio.

A questa iniziativa benefica ha già aderito la Caritas di Ravenna,  Re dei Girgenti di via Mangagnina e l’organizzazione di volontariato Ora e sempre Resistenza  di Piangipane ( tutti della rete di Ecologia di Comunità) che sono attivamente presenti a fronte di un acuirsi dei bisogni elementari di diversi strati della popolazione. Mentre sono in programma collaborazioni con altre realtà quali la Fondazione San Rocco.

Gli obiettivi sono certi, è andranno velocemente “a buon fine” al 100% della somma versata, che potrà essere destinata oltreché a pranzi completi anche a materie prime alimentari.

L’importo può essere sottoscritto tramite bonifico bancario a: Arci Ravenna Aps (capofila dell’operazione per conto di “Ecologia di Comunità”) con la causale:  “Mangiare a Casa/Piatto Sospeso”  Iban: IT80W 08542 13103 036000228900 (Banca Credito Cooperativo Ravennate Imolese e Forlivese – via Canneti  12 – Ravenna), dove è possibile effettuare anche direttamente i versamenti, indicando comunque se non si ritiene che il nominativo appaia fra i sottoscrittori.

Di seguito, invece,  gli esercizi (anche non ristoranti) che fanno consegne a domicilio  dove sottoscrivere eventualemnete la donazione minima di 10 euro come “Piatto Sospeso” al momento dell’ordinazione del pranzo o di prodotti e nei cui siti si possono effettuare le scelte:
Ristorante Molinetto – info@ristorantemolinetto.it
Pelloni Allevamenti al Pascolo – alberto@gruppopelloni.it
Insolito Ristorante – info@ristoranteinsolito.com
Gelateria Sbrino – sbrino@outlook.com
La Cucina del Condominio – info@cucinadelcondominio.it
Akamì Casa&Bottega – akamicucina@gmail.com
Miccoli Enogastronomia – igrisi.miccoli3@gmail.com
Alighieri Caffè e Cucina – m.treterzi@gmail.com
Cooperativa Sociale Villaggio del Fanciullo – infocoop@villaggiofanciullo.org
Radici Cucina e Cantina – radici.ravenna@gmail.com
Marchesini – prenotazioni@ristorantimarchesini.com

Per informazioni sul progetto:
Stefano Silvi (RavennaFood/CheftoChef  emiliaromagnacuochi) tel. 347 6025197 stefano@nerofermento.com
Arci Ravenna (Ecologia di Comunità) – tel. 0544 219721.

CONAD APERTI BILLB 22 03 -30 06 20
DECO – PIADINA LORIANA LEAD HOME E CULT SPETTACOLI 01 01 – 31 12 20