Da Cervia a Russi, da Solarolo a Brisighella: ecco dove ha vinto il centrodestra

In otto comuni su 18 della provincia il Pd è arrivato secondo. E in un paio di casi addirittura terzo. Ecco la mappa

A questo link i risultati delle elezioni politiche 2018 nel comune di Ravenna

Elezioni 2018Alla fine sono stati ben 8 su 18 i comuni in provincia di Ravenna dove i candidati del Pd non hanno avuto la maggioranza: numericamente meno rilevanti dei maggiori, non sono stati sufficienti per lo storico sorpasso del centrodestra anche da queste parti, come è accaduto altrove in Emilia-Romagna, a cominciare dalla vicina Ferrara dove a perdere è stato addirittura il ministro uscente Dario Franceschini (che sarà eletto in virtù dei voti ravennati raccolti al proporzionale). Un dato, questo dei comuni dove il centrodestra ha prevalso, molto interessante anche perché si tratta di comuni dove tra appena un anno si andrà al rinnovo delle amministrazioni.

CONAD MAGGIO MRT2 01 – 31 05 19
SABBIONI leaderboard dentro articolo Elezioni – 05 03 18

Tra i più importanti c’è sicuramente Cervia, governata dal sindaco Pd Luca Coffari che fu eletto senza nemmeno bisogno del ballottaggio quattro anni fa, oggi passata, si può dire, al centrodestra. Qui Samantha Gardin (segretaria della Lega in provincia e candidata del centrodestra) ha infatti superato di mille voti il candidato Pd Alberto Pagani, ottenendo il 34,9 percento. Un risultato che si associa all’oltre 20 percento della Lega (letteralmente esplosa rispetto al 4,2 delle Europee e al 2,5 delle Politiche) che si unisce all’11,7 percento di Forza Italia e al 3 percento di Fratelli d’Italia. Il Pd qui non può nemmeno vantare il primato di primo partito, detenuto dal Movimento 5 Stelle che con 4.629 voti è al 27,7 percento. E non si può nemmeno dare la responsabilità agli ex Pd confluiti in Leu, tra cui l’ex segretario provinciale Ds e l’ex consigliere regionale Pd Miro Fiammenghi (da sempre vicino a Bersani) che qui ha incassato un modesto 3,4 percento con 560 voti (considerato che nel 2013 la sola Sel ne fece 364, davvero un modesto risultato).

Perfino peggio per il Pd è andata a Russi dove il candidato Pagani è arrivato addirittura terzo con il 27,8 percento dei voti, dietro al 33,6 di Gardin e al 28,3 di Zanforlini, candidato 5 Stelle. I grillini sono il primo partito con oltre il 27,6 percento dei voti, il Pd il secondo con il 23,7 e a poca distanza arriva la Lega che qui supera addirittura il 20 percento. Situazione analoga nella più piccola Sant’Agata su Santerno dove Samantha Gardin è davanti con il 36, Zanforlin è al 28,5 e Pagani al 28,3.

Per quanto riguarda invece i comuni più piccoli (nel collegio forlivese) dove per il Pd il candidato era il forlivese Marco Di Maio e non il ravennate Alberto Pagani e per la Lega era Andrea Cintorino che nella piccola Bagnara di Romagna è arrivata al 33, mentre Di Maio si è fermato al 31,8 e così è stato in tre comuni nell’area del Faentino. A Castel Bolognese Cintorino è arrivata al 33,9 percento con Di Maio fermo al 30,3, divaricazione anche maggiore è quella a Brisighella dove la leghista è al 36,7 e Di Maio fermo sotto il 30 percento. Infine, per quanto con uno scarto più ridotto anche Solarolo premia la candidata del Carroccio (33,4 percento) contro Di Maio (32,8 percento). Infine, anche a Casola Valsenio il centrodestra ha avuto la meglio Andrea Cintorino con il 35 percento mentre Di Maio si è fermato al 33,5 percento.

CONSAR – HOME BILLB MID1 20-26 05 19
DECO – PIADINA LORIANA CULT LEAD SPETTACOLI 01 01 – 31 12 18
RD CASA ANNUNCI – HOME LEAD BOTTOM 01 01 – 31 12 19