Elezioni Faenza: dati definitivi. Isola sindaco con il 59,5 percento

Il Pd il primo partito, 15 punti sopra la Lega. Solo un seggio per il Movimento 5 Stelle

Massimo IsolaUna vittoria netta e per certi versi anche inaspettata come dimensioni, quella del centrosinistra a Faenza, dove 5 anni fa si decise tutto al ballottaggio.

Il nuovo sindaco è quello che per gli ultimi 10 anni è stato vicesindaco di Giovanni Malpezzi, ossia Massimo Isola, esponente dell’anima di sinistra del Pd, che ha ottenuto quasi il 60 percento delle preferenze (59,5 percento il dato definitivo). Malpezzi, nel 2015, chiuse il primo turno con il 45 percento e circa 6mila voti in meno.

Il civico Paolo Cavina, ex capogruppo di Insieme X Cambiare proprio nella coalizione di centrosinistra, ma sostenuto a questo giro da tutto il centrodestra, si deve accontentare del 38,2 percento dei voti, oltre 6.500 in meno, in termini assoluti, rispetto a quelli di Isola.

Attorno all’1 percento, come prevedibile fuori dal consiglio comunale, i due candidati della sinistra più estrema, Roberto Gentilini (Potere al Popolo, fermo all’1,2 percento) e Paolo Viglianti (Lista Comunista, fermo all’1).

L’affluenza si è fermata al 69,24 percento, quasi 15 punti in più rispetto al 2015.

Guardando la performance delle varie liste, primo partito si conferma il Pd, con il 34 percento dei voti (che valgono 9 seggi sui 15 del centrosinistra, e sui 23 totali). Nella coalizione di Isola ottimi risultati anche per la lista civica Faenza Cresce e per quella di sinistra, Faenza Coraggiosa, entrambe sopra il 7 percento.

Male invece il Movimento 5 Stelle, che non ha fatto la differenza, per la prima volta in una coalizione di centrosinistra alle elezioni comunali, chiudendo con il 4,5 percento delle preferenze (e un solo seggio in consiglio comunale), davanti comunque ai renziani di Italia Viva (3,8 percento e un seggio). Sotto il 2 percento, fuori dal consiglio comunale, l’altra lista civica Faenza Contemporanea ed Europa Verde. Complessivamente il centrosinistra ha ottenuto il 60,5 percento.

Nella compagine del centrodestra, la Lega si ferma al 18,7 percento, davanti a Fratelli d’Italia (7,4) e Insieme X Cambiare (4,4) – la lista del candidato Cavina che perde oltre due punti percentuali rispetto alle ultime amministrative in cui si era presentata appunto sul fronte opposto – di pochi voti sopra all’altra lista civica, Per Faenza, mentre restano fuori dal consiglio Rinnovare Faenza e il Popolo della Famiglia, che chiudono rispettivamente la classifica di coalizione, entrambe poco sopra l’1 percento.

Praticamente ininfluente il cosiddetto “voto disgiunto”, con entrambi i principali sfidanti che hanno preso circa 600 voti in più rispetto al totale di quelli delle loro liste.

Il neo sindaco Isola ha già dato appuntamento a tutti i suoi sostenitori per questa sera (22 settembre) in piazza del Popolo dalle 20.30 per la festa.

LEGACOOP PROGETTO DARE INNOVATORI BILLB TOP 24 01 – 06 02 22
CONAD CONSEGNA A DOMICILIO BILLB 03 11 21 – 31 01 22
REGIONE ER VACCINI BILLB 14 12 21 – 31 01 22