Elezioni, tutti i risultati: ecco chi sono i sindaci dei comuni ravennati al voto

Il centrosinistra vince in 12 località su 14 (a Sant’Agata non c’era gara, con un solo candidato). Evitati i ballottaggi

RAVENNA 27/05/2019. ELEZIONI AMMINISTRATIVE 2019 IN PROVINCIA DI RAVENNA

Il quartier generale del Pd provinciale durante lo spoglio

Sono definitivi i risultati delle elezioni amministrative nei 14 comuni (su 18) della provincia di Ravenna in cui si votava per il rinnovo dei consigli comunali.

Massimo Medri è stato eletto sindaco a Cervia. Il candidato di centrosinistra ha ottenuto il 54,02 percento dei voti, staccando il leghista Dino Cellini (30,34). Staccato al terzo posto il Movimento 5 Stelle con Pierre Bonaretti poco sopra l’11 percento.

FAMILA – HOME MRT2 14 – 20 11 19

Rieletta anche Eleonora Proni a Bagnacavallo con il 56,94  percento delle preferenze. Staccato, al 33,75 percento, Luca Zannoni, candidato dal centrodestra.

A Lugo – terzo comune sopra i 15mila abitanti dove era previsto il ballottaggio – Davide Ranalli è stato confermato con il 51 percento, con Davide Solaroli al 38,5%.

Nei territori sotto i 15mila abitanti – dove non era necessario arrivare al 50 percento per sventare un ipotetico ballottaggio, ma semplicemente arrivare primi – questa è la situazione.

A Russi la candidata del centrosinistra Valentina Palli è la nuova sindaca con il 45,64 percento dei voti. Staccato Andrea Flamigni (32,65%) che era candidato per il centrodestra. Buono il risultato di CambiaRos – una delle due liste a sinistra del Pd presenti – che ottiene il 18,23 percento.

A Brisighella Massimiliano Pederzoli è il primo sindaco leghista della provincia. L’ex presidente di Coldiretti correva con Brisighella Per il Buon Governo e ha ottenuto il 52 percento sconfiggendo così Angela Esposito di Insieme per Brisighella. Nel borgo medioevale finora il sindaco era espressione del centrosinistra: nel 2014 Davide Missoroli aveva ottenuto il 58,2 percento.

Castel Bolognese ha invece visto la vittoria dei Democratici per Castello. Il nuovo sindaco è Luca Della Godenza (46,02 percento) con Jacopo Berti fermo al 36,51 e il Movimento 5 Stelle – che candidava Lorenza Frassinetti – al 17,47. Della Godenza succede a Davide Missorili, eletto cinque anni fa, che ha scelto di non correre per il secondo mandato.

Ad Alfonsine la situazione era particolare. Riccardo Graziani conferma il municipio al centrosinistra (la sua lista era Alfonsine Sì) con il 50,88%. Si trattava dell’unico comune senza candidati di centrodestra. Qui a correre da soli erano i Repubblicani che avevano messo insieme una lista – Per Alfonsine – che candidava Laura Beltrami. Lista che arriva terza (21,11%) piazzandosi di poco alle spalle del Movimento 5 Stelle che – unico caso in provincia – sfonda quota venti per cento arrivando al 21,95% con Donatella Garavini. Chiude il quadro elettorale alfonsinese la lista unitaria di sinistra che candidava Vittorio Emiliani e ha ottenuto il 6,06.

A Casola Valsenio: è Giorgio Sagrini della lista civica “Sinistra Uniti per Casola” che ha ottenuto il 59,36% dei voti, a essere eletto nuovo sindaco. Al 37,7% si ferma Giancarlo Rivola (Alternativa per Casola) e al 2,94% Silvia Galli (Futuro e Tradizione per Casola Valsenio). Alle ultime elezioni il centrosinistra aveva vinto con l’83%.

Netta affermazione del centrosinistra a Massa Lombarda con Daniele Bassi che si conferma sindaco. La sua lista ottiene il 70,72% (cinque anni fa si era fermata poco sopra il 48) sconfiggendo Maria Elena Morra, ferma al 29,28%.

Nicola Pasi si è confermato sindaco di Fusignano. Il candidato sindaco di centrosinistra ha ottenuto 61,92% delle preferenze. Claudio Baldini, con Prima Fusignano si ferma al 29,82%. Rifondazione Comunista, che candidava Mirko Caravita, è ferma all’8,26%. Alle ultime elezioni Pasi aveva ottenuto il 70,4%.

A Conselice secondo mandato per Paola Pula. La sua lista di centrosinitra – “Oltre!” – ottiene il 50,09% sconfiggendo Elena Panfiglio (Uniti per Conselice) al 29,04 mentre Rifondazione Comunista che candidava Tiziano Bordoni è al 11,12% e Italo Di Giacomo di Reagiamo Conselice ottiene un buon 9,76% . Pula alle scorse elezioni era stata eletta con il 61,9%.

Stefano Briccolani è il nuovo sindaco di Solarolo. Si candidava con la lista di centrosinistra Cittadini per Solarolo e ottiene il 52,15%. Succede a Fabio Anconelli che nel 2014 con la stessa lista aveva ottenuto dieci punti percentuali in più. Bene la lista “We Are The People” che con Elisabetta Vignando ottiene  il 28,94%. RenatoTampieri, sostenuto dal centrodestra, si ferma poco sopra al 18.

Luca Piovaccari si conferma a Cotignola con un netto 78,45%. Il candidato di centrodestra  Oriano Casadio ha ottenuto il 21,55 %. Rispetto al 2014 Piovaccari ha ottenuto undici punti percentuali in più.

Già eletto Enea Emiliani a Sant’Agata sul Santerno. Era l’unico candidato.

LA MUCCA VIOLA – BILLB MID1 11 – 25 11 19
RAVEGAN HOME BILLB 11 – 24 11 19
BRONSON TRANSMISSIONS BILLB MID2 16 – 23 11 19
DECO – PIADINA LORIANA LEAD HOME E CULT SPETTACOLI 01 01 – 31 12 19