Filosofia, a Misano nove parole per guardare al futuro

Galimberti Geticket

Umberto Galimberti

Nuova rassegna di incontri filosofici a Misano Adriatico, alla biblioteca comunale, dal suggestivo titolo “Terre del futuro”.

«Proiettare il passato sull’attualità è il solo mezzo che abbiamo per riuscire a orientarci, per tentare di comprendere ciò che è successo e potrebbe succedere. Non si tratta, tuttavia, di credere alle profezie, né si può ritenere che, se un disegno esiste, questo debba essere per forza lineare. Le strade della storia sono infatti spesso tortuose, fatte, come sono, di scarti e coincidenze. Per questa ragione è bene avere, se non dei riferimenti, almeno delle indicazioni che ci consentano di muoverci o di capire, se non altro, la direzione in cui si sta andando. Esistono infatti termini che sono come pietre miliari, concetti validi al di là delle contingenze. Nella deriva della modernità, è a questi che occorre ancorarsi», questa l’idea alla base del direttore Gustavo Cecchini, che ha strutturato il ciclo partendo da nove semplici ma fondamentali parole.

FAMILA – HOME MRT2 18 – 24 10 18

Si comincia mercoledì 4 ottobre, la parola su cui riflettere è “libertà” e insieme al filosofo Umberto Galimberti si ragionerà sul significato di questo termine, e sul valore che questo assume in un’epoca dominata dal fatalismo. Che ruolo abbiamo nella costruzione del nostro destino? Da cosa e in che modo siamo noi condizionati?

Venerdì 13 ottobre si parlerà invece di “verità”, nozione da sempre oggetto dell’inchiesta scientifica e filosofica e che risulta al giorno d’oggi sempre più confusa. Durante l’incontro consacrato a questo tema, si darà voce a due visioni tra loro diverse e, proprio per questo, complementari: quella dello scienziato Edoardo Boncinelli e del filosofo Umberto Curi.

Venerdì 20 ottobre, il dialogo successivo coinvolgerà invece Marco Guzzi e Diego Fusaro, che insieme tratteranno il concetto di “rivoluzione”.

Venerdì 27 ottobre si parlerà di “memoria”, una facoltà imprescindibile per far rivivere ciò che è stato. Il filosofo Carlo Sini rifletterà sull’importanza, specie in una civiltà frenetica come la nostra, di una simile pratica, e sui danni che invece può causarci l’oblio.

La rassegna prosegue poi a novembre con (il 3) Salvatore Natoli che parla della fiducia, il 10  con Stefano Zamagni, il  15 con Massimo Cacciari, il 17 con Nicola Mai e si chiude il 24con Michela Marzano su l’amore. Gli incontri si terranno presso il cinema-teatro Astra di via d’Annunzio 20 con inizio alle 21.

Ingresso libero sino ad esaurimento posti, non è prevista prenotazione. Info: 0541 618484, biblioteca@comune.misano-adriatico.rn.it.

DECO PIADINA LORIANA – HOME LEAD MID2
NUVOLA – HOME BILLB TOP 19 – 31 10 18