L’Ottocento delle Belle Bandiere, dietro le quinte alla riscoperta del teatro

 

Streaming dal Teatro Comunale Laura Betti di Casalecchio di Reno il 10 gennaio dalle ore 17 su www.teatrinellarete.it , sulle pagine Facebook del Teatro Comunale Laura Betti, di ATER Fondazione e dei Teatri del Circuito

Ottocento (C) Marco Caselli Nirmal YA014 0230«Il teatro, chiuso al pubblico, si apre a una compagnia e a una troupe nel rispetto di tutti i protocolli e risuona delle voci che accompagnano il riallestimento di uno spettacolo in vista della sua traduzione in video. È un momento magico. Animati da una comune passione per i luoghi ritrovati, per l’arte e la cultura del nostro paese, per il valore della memoria viva che permette di leggere la contraddittoria ricchezza del presente, con nuovo sguardo ritroviamo il lavoro paziente di chi tiene in vita i teatri, i musei, le biblioteche, il patrimonio lasciato da chi venne prima di noi e cerchiamo di capire perché, ancora oggi, è importante coltivare quel passato».

È con queste parole che la ravennate Elena Bucci commenta l’operazione nata intorno a Ottocento, l’unico spettacolo di prosa che verrà trasmesso nel progetto Teatri nella rete di Ater Fondazione.

Un viaggio dietro le quinte, dentro il riallestimento di uno spettacolo, le riprese video, la riscoperta dei luoghi e del valore della cultura e della comunità alla luce dei cambiamenti causati dalla pandemia hanno permesso a Le belle bandiere, compagnia di Russi, di ripensare lo spettacolo, in cui Bucci e Sgrosso nei panni di Giovacchino e Clotilde, i due attori viaggiatori che incarnano le figure più importanti della cultura e dell’arte ottocentesca, rileggono e rivivono il secolo che porta il mondo nella modernità.

Lo spettacolo, per venire incontro alle esigenze dello streaming, sarà diviso in tre puntate trasmesse in successione nella stessa giornata, quasi fossero tre atti come nel teatro di tradizione.

Ore 17, OTTOCENTO NUMERO UNO: in scena sono evocati Victor Hugo, Emily Dickinson, Emily Bronte e Charlotte Bronte, gli ideali del Risorgimento italiano e il teatro delle grandi attrici e dei grandi attori, Anton Cechov e Gustave Flaubert. Durata: 40 minuti.

Ore 17:50, OTTOCENTO NUMERO DUE: George Sand e Fryderyk Chopin, Parigi capitale europea del secolo diciannovesimo, Charles Baudelaire e Guy De Maupassant, l’Orient Express, Henrik Ibsen e Nikolaj Gogol’. Durata: 35 minuti.

Ore 18:30, OTTOCENTO NUMERO TRE: Alexandre Dumas, Thomas Mann, Lev Nikolàevič Tolstòj, Victor Hugo, il destino delle donne, la curiosità e la passione verso tanti altri artisti e scienziati, a partire dagli italiani che la compagnia non ha fatto in tempo ad incontrare, chiudono questa straordinaria carrellata dentro il secolo che portò il mondo nella modernità. Durata: 34 minuti.

L’8 gennaio alle 18, il critico teatrale Alessandro Toppi condurrà un incontro di approfondimento con gli interpreti dello spettacolo. Il pubblico potrà seguire l’intervista su www.teatrinellarete.it , su Facebook Teatro Comunale Laura Betti  e su Facebook Ater Fondazione

Lo spettacolo sarà visibile gratuitamente anche sulle pagine Facebook dei Teatri del Circuito Regionale Multidisciplinare di ATER Fondazione, che sono: Teatro Asioli di Correggio, Cinema Teatro Boiardo di Scandiano, Cinema Teatro Mac Mazzieri di Pavullo, Auditorium Rita Levi Montalcini di Mirandola, Teatro della Regina di Cattolica, Teatro Comunale di Russi, Teatro Laura Betti di Casalecchio di Reno, Teatro Magnani di Fidenza, Auditorium Enzo Ferrari Maranello.

 

NUOVO SONDAGGIO RD BILLBOARD 03 08 – 30 09 21
CONAD APERTI BILLB 22 03 20 – 30 09 21
RECLAM RPQ WEB MASTER BILLB 15 01 – 30 09 21