Hera sospende i dipendenti arrestati per concussione: «Azienda estranea ai fatti»

Due dirigenti ai domiciliari. La multiutility fa sapere che quando è venuta a conoscenza dell’indagine si è costituita come persona offesa

RAVENNA 12/01/2018. CONFERENZA STAMPA IN PROCURA PER L’ ARRESTO DI 2 FUNZIONARI DI HERA.

Da sinistra il colonnello Andrea Fiducia, il procuratore capo Alessandro Mancini, il sostituto procuratore Monica Gargiulo

Hera ha disposto la sospensione cautelativa dal lavoro dei suoi due dipendenti agli arresti domiciliari da questa mattina, 12 gennaio, come misura cautelare nell’ambito di un’indagine che ipotizza a carico dei due i reati di concussione e induzione indebita. I due arrestati sono un ingegnere dell’ufficio direzione Lavori e un assistente di cantiere. Il gruppo Hera fa sapere inoltre che ai tempi in cui è venuto a conoscenza dei fatti nel marzo 2016 si è costituito attraverso i propri legali, nell’ambito del procedimento, quale persona offesa. «Nel ribadire che è stata prestata la massima collaborazione con la magistratura anche nel caso in esame, il Gruppo Hera si dichiara completamente estraneo ai fatti».

ANTEPRIMA RAFEST – HOME BILLB MID 19 – 30 04 18
ASPPI – HOME LEADERB FEB-MAR 2018
DECO PIADINA LORIANA – HOME LEAD MID2