La ravennate che vuole spiegare l’astronomia con manga e anime giapponesi

Costellazione Manga è un progetto pensato da Daria Dall’Olio ed è stato presentato con successo al più importante congresso internazionale sul tema della comunicazione scientifica dell’astronomia

Costellazione MangaSi chiama “Costellazione Manga” e ha l’obiettivo di spiegare l’astronomia usando i fumetti e i cartoni animati giapponesi. Il lavoro è guidato da una ravennate, Daria Dall’Olio, che studia astronomia alla Chalmers University of Technology di Göteborg (Svezia). A quarant’anni dal debutto sulla RaiI della serie animata Atlas Ufo Robot – Goldrake in Italia,  ha presentato con successo il progetto Costellazione Manga al più importante congresso internazionale sul tema della comunicazione scientifica dell’astronomia – Communicating Astronomy with the Public 2018 -organizzato in Giappone dall’Unione Astronomica Internazionale. Costellazione Manga è un viaggio tra manga, anime ed astronomia, che si basa su un linguaggio comune: quello dei riferimenti culturali di anime e manga per poter comunicare facilmente concetti di astrofisica al pubblico.

Il progetto si basa su un concetto fondamentale: manga e anime rappresentano un linguaggio co­mune ad almeno due generazioni in Italia e in Europa, che a partire dalla fine degli anni Settanta sono cresciute con gli anime in televisione e anni dopo con i manga disponibili in ogni edicola. Lo stesso può dirsi di molti altri paesi del mondo, per questo secondo l’autrice si tratta di un efficace strumento pedagogico, che può essere  impiegato sia verso un pubblico giovane e adolescenziale, sia adulto; grazie alla vastità del materiale disponibile, Costellazione Manga permette di creare un ponte tra più generazioni, in cui i più giovani possono scoprire le storie con cui sono cresciuti i propri genitori (e viceversa) e in cui tutti apprendono, in maniera naturale e divertente, nozioni sull’astronomia e la fisica.

FAMILA – HOME MRT2 11 – 17 12 18

Il progetto, guidato come detto da Dall’Olio, è seguito anche da  Piero Ranalli, ricercatore in astronomia, e da Alessandro Montosi, esperto di storia dell’animazione e del fumetto. Il progetto è nato a Ravenna nel 2011, come attività del Planetario di Ravenna, dell’Associazione Ravennate Astrofili Rheyta (Arar) e dell’Associazione per gli Scambi Culturali tra Italia e Giappone (Ascig). Negli anni è stato declinato in forma di spettacoli per il planetario, seminari, attività all’aperto e osservazioni notturne del cielo.

Il congresso Communicating Astronomy  si è svolto dal 23 al 28 marzo scorsi nella città di Fukuoka con la partecipazione di circa 450 iscritti da 53 paesi, tra ricercatori, divulgatori, insegnanti e giornalisti. Il progetto presentato è stato valutato tra gli interventi di maggiore rilievo e ha fatto parte del ristretto grup­po di 29 seminari tenuti durante la sessione plenaria del congresso, ricevendo i consensi del pubblico in platea e degli esperti di divulgazione presenti. E nei giorni scorsi Costellazione Manga è arrivato anche in Sve­zia, come parte del programma del Festival della Scienza della città di Göteborg che si è svolto il 21 aprile.

CONAD RAVENNA – HOME BILLB MID1 11 – 17 12 18
CAFFE BELLI – BILLB TOP 19 11 – 16 12 18
NUVOLA – HOME BILLB TOP 19  11 – 16 12 18
CECCOLINI BIO – HOME BILLB TOP COLAZIONE 18 10 – 23 12 18
RD CASA ANNUNCI – HOME LEAD MID2 08 – 31 10 18