Municipale della Bassa, proclamato stato di agitazione. «Ma il confronto è in corso»

Il sindacato unitario di polizia contesta alcune scelte organizzative. Il Comando e la Cgil: «Stupiti, il dialogo sta portando miglioramenti»

Polizia MunicipaleIl Sindacato Unitario di Polizia Locale ha proclamato lo stato di agitazione per la Municipale della Bassa Romagna contestando alcune problematiche legate all’organizzazione del servizio. Il Comando spiega però che è in atto un confronto «al fine di trovare le necessarie soluzioni condivise, in un contesto che prediliga la concretezza dei fatti e l’operatività del servizio rispetto alla polemica strumentale, ci teniamo a fornire adeguate risposte ai temi più rilevanti».

La comandante del corpo unico di Polizia municipale della Bassa Romagna «si sta muovendo in linea con le direttive della giunta dell’Unione dei Comuni, dando corso ai percorsi organizzativi concordati anche con lo stesso personale. Lo stato di agitazione annunciato dal Sulpl, il sindacato unitario lavoratori Polizia locale, interessa alcune problematiche da tempo oggetto di confronto approfondito con tutti i sindacati. Non a caso le questioni sollevate hanno già in gran parte trovato soluzione, come già noto ai sindacati stessi»

CONAD MAGGIO MRT2 01 – 31 05 19

Per quanto riguarda la rotazione del personale, questa «rientra tra gli obiettivi della riorganizzazione del servizio, ed è proprio finalizzata alla conoscenza dei diversi dei territori che afferiscono all’Unione della Bassa Romagna». Il tutto «programmato con ampio anticipo, utilizzando laddove possibile come primo criterio la distanza dall’abitazione».

I posti di controllo serali su disposizione della Questura «sono svolti da pattuglie con tre operatori, sulla base di turni di servizio che non vengono modificati: non risultano casi specifici di giornate o turni di servizio in cui siano state disattese tali disposizioni». Anche la Fp Cgil provinciale si stupisce del fatto che le proteste del sindacato di polizia «arrivino nel momento di un intenso confronto con l’amministrazione.Il dialogo con i rappresentanti dei lavoratori e con le organizzazioni sindacali c’è e non si può dire che in questo territorio sia mancato. Il confronto anzi sta portando anche dei miglioramenti a nostro avviso concreti nel quotidiano degli operatori grazie alle nostre richieste e a quelle dei delegati».

Attacca la Cgil: «Forse il Sulpl ha necessità di apparire e appropriarsi dei risultati che la Rsu, con Cgil, Cisl e Uil stanno ottenendo? Forse per una sorta di rivalsa dato che, correttamente, l’Amministrazione non ha convocato ai tavoli il Dicapp-Sulpl dopo la mancata sottoscrizione del contratto nazionale?».

CONSAR – HOME BILLB MID1 20-26 05 19
DECO – PIADINA LORIANA CULT LEAD SPETTACOLI 01 01 – 31 12 18
RD CASA ANNUNCI – HOME LEAD BOTTOM 01 01 – 31 12 19