L’esordio non sorride a Orva e Rekico: arrivano dei ko a Olginate e Ferrara

Basket / Nella gara di debutto in Serie B Lugo e Faenza si inchinano in trasferta nell’ordine contro gli emiliani e i lombardi. In A2 femminile la Infinity Bio batte in modo netto l’Alghero

SERIE B MASCHILE

Cento-Faenza 81-69
(25-32, 41-42, 59-55)
BALTUR CENTO: Ba 1, Piunti 11, Vico 18, Chiera 14, Graziani, Pasqualin 2, D’Alessandro 9, Benfatto 17, Cantone 9. Ne: Govoni, Mastrangelo, Rizzitiello. All.: Benedetto.
REKICO FAENZA: Aromando, Perin 10, Silimbani 5, Benedetti, Venucci 21, Iattoni 10, Pagani 4, Chiappelli 15, Brighi 4. Ne: Milosevic e Samorì. All.: Regazzi.
ARBITRI: Gallo e Secchieri.

Venucci

Il play della Rekico Mattia Venucci

Il cuore non basta alla Rekico, caduta in casa della Baltur Cento per colpa di un calo nell’ultimo periodo che l’ha condannata al 69-81 finale, ma che non cancella la prova di carattere e di grinta del gruppo. La buona notizia della giornata è la conferma del pieno recupero di Pagani, impiegato per un elevato minutaggio.

In un PalaBenedetto gremito e con un centinaio di tifosi faentini preenti, la Rekico si presenta con il giusto atteggiamento e quasi con sfrontatezza. Nessun timore referenziale in avvio, anzi una incredibile mira da tre permette di arrivare sul 26-14 grazie alla tripla di Perin, che firma il quinto centro dai 6,75 in altrettanti tentativi della sua squadra. La Baltur soffre la pressione avversaria e la mancanza di Rizzitiello, in panchina solo per onore di firma, e decide di affidarsi ai tiri da fuori dei suoi cecchini Chiera e Vico che riportano in partita Cento, L’inerzia passa minuto dopo minuto nelle mani degli emiliani che con D’Alessandro trovano il sorpasso al 17’ (39-38). La Rekico però reagisce alla grande e con i punti di Venucci arriva all’intervallo avanti 42-41. Nel secondo tempo si continua a giocare sul filo dell’equilibrio con la Baltur che riesce a mantenere qualche lunghezza di vantaggio con i canestri da sotto di Piunti e Benfatto e le solite triple, trovando proprio con il pivot il 66-55 al 32’. La Rekico ancora una volta reagisce e al 35’ si porta sul 62-68, ma continua a soffrire a rimbalzo. Cento ha ormai le mani sulla vittoria e a suon di rimbalzi e canestri da sotto piazza l’allungo decisivo. Cantone con un tiro da tre chiude il break di 7-0 e regala il 75-62 che chiude i conti. Alla Rekico restano gli applausi, ma anche le recriminazioni per essere stata bella soltanto per trenta minuti.

Olginate-Lugo 85-78
(25-14, 37-35, 60-60)
GORDON NUOVA PALL. OLGINATE: Siberna 16, Planezio 10, Todeschini 10, Tagliabue 6, Rota 2, Colnago 13, Bassani 17, Marinò 3, Seck 8. Ne: Moretti, Bonfanti. All.: Galli.
ORVA LUGO: Valentini, Seravalli 12, Moretti 13, Stanzani 3, Filippini 28, Rubbini 4, Tynsley 14, Galassi, Gatto, Campori 4. Ne: Thiam e Collina. All.: Galetti.
ARBITRI: Suriano e Barra.
NOTE – Olginate: T2 20/46, T3 10/23, TL 15/28; Lugo: T2 13/31, T3 11/35, TL 19/28.

Basket Lugo

L’Orva Lugo è stata sconfitta a Olginate nella gara di debutto

Nella prima giornata del campionato di Serie B, nella sfida tra neopromosse al Pala Ravasio è Olginate a imporsi per 85 a 78 sull’Orva. Sul campo dei lombardi i lughesi lottano per tutto il match, ma alla fine si inchinano ai padroni di casa. La formazione di Galetti paga qualche distrazione difensiva di troppo e qualche passaggio a vuoto in attacco, ma allo stesso tempo dimostrato di avere buoni margini di miglioramento e carattere che lasciano ben sperare per il proseguimento del campionato.

Dopo la buona partenza degli Aviators (4-0) è la squadra di Galli a prendere in mano le redini dell’incontro e portarsi sul + 13, (23-10) a 1’20” dal termine sul tap in di Seck, e a chiudere avanti 25-14 il primo quarto. Nella seconda frazione Filippini e Tynsley sfruttano il calo della NPO e riportano l’Orva sul -2 (37-35) sulla tripla firmata dalla guardia bianco-verde a 1’58” dal termine, con i padroni di casa che chiudono in vantaggio i primi venti minuti di gioco sul 37-35.

Al rientro in campo dopo l’intervallo lungo Olginate prova un nuovo allungo sul 52 a 46 prima che Seravalli capitalizzi al meglio un tecnico sanzionato a Tagliabue, realizzando cinque punti consecutivi che riportano di nuovo la formazione di coach Galetti a stretto contatto con i lombardi, con la terza frazione che si chiude 60-60. Gli ultimi dieci minuti della gara vedono l’ottima partenza di Lugo che sulla schiacciata di Moretti tocca il massimo vantaggio sul 61-66, ma Bassani e Colnago riportano in parità l’incontro (66-66). Nel finale Siberna piazza la giocata del 82-78 che di fatto chiude il match con gli Aviators che negli ultimi due minuti di gara non riusciranno più a trovare la via del canestro e Olginate che chiude 85-78.

Risultati (prima giornata): Green Basket Palermo-Virtus Padova 61-92, Tigers Forlì-Iseo Serrature Costa Volpino 85-61, Bakery Piacenza-Pallacanestro Aurora Desio 89-59, Gordon Nuova Pall. Olginate-Orva Lugo 85-78, Bmr Basket 2000 Reggio Emilia-Tramarossa Vicenza 56-60, Pallacanestro Crema-Lissone Interni Bernareggio 78-60, Baltur Cento-Rekico Faenza 81-69, NTS Informatica Rimini-Gimar Basket Lecco 91-35.
Classifica: Piacenza, Padova, Olginate, Crema, Rimini, Vicenza, Cento e Forlì 2 punti; Bernareggio, Reggio Emilia, Faenza, Lecco, Desio, Costa Volpino, Lugo e Palermo 0.

SERIE A2 FEMMINILE

Faenza-Alghero 75-51
(23-13, 41-25, 58-39)
INFINITY BIO FAENZA: Franceschelli 2, Schwienbacher 9, Coraducci 15, L. Morsiani 10, Tridello 9, Ballardini
11, Caccoli 4, Bornazzini, Soglia 13, Minichino 2. Ne: D. Morsiani. All.: Ballardini.
MERCEDE ALGHERO: Beretta 18, Dzhikova 3, Boi 2, Ceccanti 8, Azzellini 13, Petrova 5, Sow 2, Saias. Ne: Manconi, Canu. All.: Cau.
ARBITRI: Caravita e Culmone.

Faenza rompe il ghiaccio nel migliore dei modi, conquistando al PalaBubani una bella vittoria al debutto nel campionato di A2 superando in modo netto Alghero. La squadra di Ballardini fin dal riscaldamento sembra molto concentrata e al fischio d’inizio mette a segno un break di 12-0, ponendo fin da subito sui binari giusti la partita. Solo al primo giro di cambi l’Infinity Bio ha un attimo di sbandamento, ma poi si riprende bene e non rischia mai di perderne il controllo. Questo permetto a Ballardini di dedicarsi di più al ruolo di coach e di gestire al meglio i cambi per dare minuti importanti a tutte le giocatrici a disposizione. La squadra faentina gioca bene sia in difesa, tenendo alta la concentrazione per tutta la partita, e in attacco, dove ha tirato con buone percentuali. Fra tutte da sottolineare la prestazione di Coraducci, che chiude con un 5/7 dal campo, di cui un 4/5 dalla lunga distanza che le permette di essere la migliore realizzatrice con 15 punti.

Risultati (prima giornata): Pall. Femm. Umbertide-Surgical Virtus Cagliari 76-53, Tigers Rosa Libertas Forlì-Andros Basket Palermo 39-70, Progresso Femm. Bologna-San Raffaele Roma 87-57, La Molisana Campobasso-Ceprini Costruzioni Orvieto 47-61, Infinity Bio Faenza-Mercede Alghero 75-51, RR Retail Galli S. G. Valdarno-Carispezia Cestistica Spezzina 82-56, Infa Feba Civitanova M.-Cestistica Savonese. Riposa: USE Rosa Scotti Empoli.
Classifica: Palermo, Bologna, Faenza, S. G. Valdarno, Umbertide, Orvieto 2 punti; Savonese, Civitanova M., Empoli, Campobasso, Cagliari, Spezzina, Alghero, Roma e Forlì 0.

RAVENNANTICA MOSY NUOVO BILLB 17 09 – 31 12 21
CENTRALE LATTE CESENA BILLB 25 – 31 10 21
CONAD APERTI BILLB 22 03 20 – 30 11 21