La Conad impiega quasi due ore di gioco per superare la resistenza del Club Italia

Volley A2 femminile / Avanti di due set, le ravennati vengono raggiunte dalle giovani azzurre, ma al tiebreak riescono a spuntarla. Sugli scudi Kajalina, autrice di 26 punti

Ravenna-Club Italia 3-2
(27-25, 25-21, 24-26, 17-25, 15-13)
CONAD OLIMPIA TEODORA RAVENNA: Scacchetti 3, Bacchi 17, Menghi 9, Kajalina 26, D’Odorico 14, Torcolacci 5, Drapelli 1, Paris (L); Neriotti, Aluigi 1, Panetoni (L). Ne: Ceroni, Vallicelli. All.: Angelini.
CLUB ITALIA CRAI: Morello 2, Mangani 1, Fahr 22, Nwakalor 19, Pietrini 24, Lubian 10, De Bortoli (L); Malual, Cortella, Omoruyi 9. Ne: Fucka, Tonello (L), Turco, Bulovic. All.: Bellano.
ARBITRI: Merli di Terni e Mattei di Macerata.
NOTE – Ravenna: bs 11, bv 4, errori 12, muri 6; Club Italia: bs 12, bv 6, errori 20, muri 16. Durata set: 26’, 25’, 27’, 23’, 18’ (tot. 119’). Spettatori 400 circa.

ALF 2998

Anna Kajalina protagonista del match con 26 punti

Di fronte a un PalaCosta gremito la Conad supera al tiebreak un combattivo Club Italia, piegandolo al termine di un match durato quasi due ore. Avanti di due set, le ravennati prestano il fianco alle giovanissime avversarie e vengono raggiunte, ma nella frazione conclusiva riescono a spuntarla grazie alle giocate di Kajalina (top scorer con 26 punti), capitan Bacchi e Scacchetti. Grazie a questi due punti, terzo successo al tiebreak nelle ultime cinque partite, l’Olimpia Teodora mantiene il settimo posto e inizia a pensare al prossimo appuntamento, in programma già mercoledì a Orvieto contro la Zambelli.

Parte con lo starting six titolare la Conad, schierata dal tecnico Angelini con in attacco capitan Bacchi e D’Odorico e Kajalina opposto, al centro Menghi e Torclacci, al palleggio Scacchetti, libero in tandem Paris e Panetoni. Dal lato opposto del taraflex rosa Pietrini, Mangani sulle bande e Nwakalor opposto, Fahr e Lubian centrali, Morello in regia e De Bortoli libero.

All’avvio del primo set Ravenna impone il suo gioco, portandosi avanti sul punteggio di 3 a 0. Le giovani avversarie non tardano a riprendere concentrazione e a riconquistare la parità (5-5). Nella fase successiva le due formazioni si studiano, procedendo punto a punto. Club Italia prende sicurezza ed effettua il primo sorpasso della serata (12-13). Un bel diagonale di Kajalina riporta Ravenna in parità (14-14). Ci provano poi le ospiti a prendere vantaggio (20-22). Due palle a terra di D’Odorico e Bacchi e si torna in parità (22-22). Un ace di D’Odorico e un errore in attacco delle ospiti e Ravenna conduce 24-22. Dopo che Club Italia riacciuffa la parità (24-24) si apre un finale vibrante: Bacchi con un pallonetto riconquista il servizio e Kajalina, con una bomba delle sue, chiude la prima frazione di gioco (27-25).

Partono forte anche nel secondo periodo le ragazze della Conad, con Bacchi al servizio e D’Odorico a mettere palloni a terra (3-0). Nelle battute successive si ripete l’andamento del primo set. Le giovani atlete del Club Italia, per niente intimorite, non cedono il passo e continuano a mantenersi testa a testa con le padrone di casa. Si combatte in campo con attacchi da una parte e dell’altra fino a che Ravenna riesce ad allungare (20-17). Scacchetti, con un suo tipico colpo, sorprende il muro avversario (22-19). Nel finale è capitan Bacchi a prendere in mano le redini del set e a chiudere con due attacchi vincenti (25-21).

Ancora più combattuto la terza frazione di questo incontro la cui cifra sta nell’attacco, sia da un lato che dall’altro del campo. Il Club Italia tenta una manovra di sorpasso (10-11) e il PalaCosta si infiamma. Il punto dell’11-12 è rocambolesco col pallone che rotola sulle braccia di Scacchetti e passa di là dalla rete e con il successivo attacco di Bacchi che non perdona. La fase centrale del set è appannaggio delle ospiti (15-18), ma la reazione della Conad non si fa attendere. Si torna in parità (18-18) e si continua a lottare. Il finale è al calor bianco. L’entusiasmo del pubblico ravennate è alle stelle quando un errore in difesa di Club Italia riporta in vantaggio le biancorosse. Poi il primo match ball su servizio di Scacchetti viene annullato dalle ospite che si portano avanti (24-25) e nel successivo scambio conquistano il set.

L’avvio del quarto parziale vede le giovani ospiti scendere in campo molto determinate. Partono avanti, mantengono le distanze e raggiungono un vantaggio di quattro lunghezze (6-10) che incrementano addirittura a sei nella parte centrale del set (9-15). Le ragazze del Club Italia sono lucide e spietate e non lasciano nulla a Ravenna che si arrende senza riuscire a reagire e a ritrovare la giusta grinta (17-25). E sul 2 pari si va al tiebreak.

Il tiebreak è ricco di emozioni sin dai primi scambi in perfetto equilibrio (4-4). L’Olimpia Teodora prova ad allungare (6-4). Resiste Club Italia ma Ravenna c’è. Una bomba di Bacchi e un muro vincente conducono le padrone di casa al cambio campo sul punteggio di 8-5. Palla a terra di Menghi (9-5) e il vantaggio sale a quattro punti. Reagiscono le ospiti e accorciano (9-7). Coach Angelini chiama il time out. Si torna a giocare con l’Olimpia Teodora che prova ad amministrare il vantaggio acquisito (11-8). Quando le avversarie si riavvicinano (11-10) capitan Bacchi e Kajalina ristabiliscono le distanze (13-10). Club Italia non molla (13-12) ed è di nuovo time out Ravenna. Alla ripresa del gioco Menghi mette a terra un pallone prezioso. Il Club Italia riesce ad annullare un match ball, ma poi con un errore in attacco delle ospiti si chiude a favore di Ravenna una partita interminabile e ricca di emozioni.

Le dichiarazioni del dopo-gara
Lucia Bacchi (schiacciatrice Conad Ravenna): «A differenza delle altre squadre, le ragazze di Club Italia non le puoi lasciare giocare. Fisicamente sono fortissime e quando si mettono a giocare con entusiasmo, come è successo stasera, possono diventare incontenibili. Dal canto nostro ce l’abbiamo messa tutta, abbiamo murato come al solito ma loro la prendono 30 centimetri più in alto delle altre. Posso dire che in particolare abbiamo sbagliato a permettere loro di entrare in partita , perché quando entrano in partita possono passare sopra. Per fortuna e con astuzia siamo riuscite alla fine a portare a casa il quinto set e due punti preziosi».

Risultati (13ª giornata): Golem Olbia-Zambelli Orvieto 2-3, Barricalla Collegno-Battistelli San Giovanni in Marignano 2-3, Fenera Chieri-Sorelle Ramonda Ipa Montecchio 3-0, Golden Tulip Volalto Caserta-Volley Soverato 0-3, Conad Olimpia Teodora Ravenna-Club Italia Crai 3-2, Ubi Banca San Bernardo Cuneo-P2P Givova Baronissi 3-1, Bartoccini Gioiellerie Perugia-Savallese Millennium Brescia 0-3, Sigel Marsala-Delta Informatica Trentino 0-3. Riposa: LPM Bam Mondovì.

Classifica: Chieri 30 punti; Soverato* e Cuneo* 29; Trento 28; Mondovì* 25; San Giovanni Marignano* 23; Ravenna* 22; Brescia* 21; Collegno* 20; Montecchio* 16; Club Italia* e Baronissi 14; Orvieto* 13; Olbia 9; Perugia* 8; Marsala* 7; Caserta* 4 (*una gara in meno).

ORIGINAL PARQUET BILLB MID FISSO 13 – 19 09 21
RAVENNANTICA MOSY NUOVO BILLB 17 09 – 31 12 21
ASER LEAD MID 11 – 19 09 21