Sardegna amara per la Conad, che cade 3-1 a Olbia ma si “consola” con Washington

Volley A2 femminile / Seconda sconfitta consecutiva per le ravennati, che perdono in quattro set sotto i colpi della Golem. Buona la prestazione della ultima arrivata Washington

Olbia-Ravenna 3-1
(25-19, 21-25, 25-17, 25-20)
GOLEM OLBIA: Iannone, Uchiseto 11, Spinello 2, Bartolini 9, Soos 18, Cecconello 8, Melli 14, Barbagallo (L), Caboni, Murru. Ne: Simoncini. All.: Giangrossi.
CONAD OLIMPIA TEODORA RAVENNA: Bacchi 8, Paris (L), Washington 17, D’Odorico 7, Aluigi 2, Scacchetti 1, Torcolacci 1, Menghi 5, Panetoni , Kajalina 16, Vallicelli. Ne: Ceroni. All.: Angelini.
ARBITRI: Carcione di Roma e Moratti di Frosinone.
NOTE – Olbia: bs 14, bv 4, errori 12, muri 10; Ravenna: bs 11, bv 5, errori 15, muri 5. Durata set: 23′, 23′, 22′, 23′ (tot. 91′).

Time Out Olimpia

Il tecnico Simone Angelini e la sue giocatrici durante un time out

In terra di Sardegna la Conad cade in quattro set a Olbia contro la quintultima della classe Golem nell’anticipo della decima giornata di ritorno. A causa di questo ko, il secondo consecutivo dopo quello con Cuneo, si fa in salita la corsa verso i playoff delle ravennati, che nel weekend devono attendere i risultati delle rivali dirette. A far sorridere l’ambiente biancorosso è però l’esordio della centrale Washington, migliore della squadra con 17 punti.

Al fischio d’inizio Angelini schiera lo starting six composto da capitan Bacchi e D’Odorico in attacco, Kajalina opposto, Scacchetti al palleggio, Washington e Menghi centrali e Paris libero. Per la Golem di Giangrossi le sei titolari sono Melli e Uchiseto in attacco, Soos opposto, Spinello al palleggio, Bartolini e Cecconello centrali e Barbagallo libero. Nel primo set partono fortissimo le padrone di casa che volano sul 7-2, poi allungano fino al 10-3 grazie all’ace di Cecconello. La statunitense Washington con tre punti consecutivi riporta l’Olimpia Teodora dal 16-9 al 16-12, ma le ravennati sono troppo imprecise in ricezione e Olbia scappa di nuovo a +7 sul 20-13. La Conad annulla un set point con il muro di Kajalina, ma non riesce a ricucire e le padrone di casa conquistano il primo periodo per 25-19.

La Golem si porta subito 3-1 anche nel secondo parziale, ma la reazione delle biancorosse è questa volta immediata. Il muro di Scacchetti vale la parità e l’ace di Kajalina griffa il sorpasso sul 3-4. Le ospiti provano ad allungare sul 6-9, ma Olbia riesce a trovare il pareggio a quota 11. Le sarde rispondono a ogni tentativo di fuga di Ravenna, ma nel finale di set sale ancora in cattedra Washington che firma prima il 17-19, poi il 18-21. Le avversarie non riescono più a tornare sotto e il muro di Kajalina chiude i conti pareggiando il conto sul 21-25.

La terza frazione si apre all’insegna dell’equilibrio fino al 7-7, poi Olbia mette a segno il parziale decisivo di 8-0 grazie a un eccellente lavoro a muro. Ancora una volta l’ultima arrivata Washington prova a caricarsi la squadra sulle spalle, firma tre punti consecutivi per il 16-10 e con l’ace riporta Ravenna a -5 sul 17-12. La Golem è però brava a mantenere le distanze sul 21-13 e non basta un ace di Aluigi a rimettere in corsa le romagnole, che devono cedere per 25-17.

L’Olimpia Teodora cerca di rifarsi nel quarto set, ma dopo lo 0-2 iniziale, due punti consecutivi di Uchiseto valgono il sorpasso sardo sul 6-5. Olbia non si volta più indietro e ancora grazie all’eccellente lavoro a muro scava il solco che vale la partita, prima sul 10-6, poi sul 14-8. Ravenna non molla e prova a rientrare mentre Angelini rimescola le carte in campo. La capitana Bacchi, nonostante non si trovi nella sua miglior serata, è come sempre l’ultima a mollare e guida le sue compagne al -3 sul 17-14, ma la Golem non fornisce più l’occasione per la rimonta alle ospiti, chiudendo al secondo match point per 25-20.

Le dichiarazioni del post-gara
Simone Angelini (tecnico Conad Ravenna): «Questa sera abbiamo perso tanti cambi con le altre che giocavano palle appoggiate, pallonetti o pallette. La nostra attenzione non è stata sicuramente adeguata a questo tipo di gioco. Dobbiamo metterci nell’ottica di pensare che se non si va per terra con regolarità e si lasciano troppi palloni facili alle avversarie non si può arrivare a giocare a buon livello e raggiungere gli obiettivi che ci siamo prefissati. In generale in numeri in zona 4 sono stati un po’ bassi cosa che di solito invece è la nostra forza. Non possiamo giocare a tratti come questa sera, dobbiamo essere più costanti soprattutto in difesa. Dobbiamo essere molto più bravi, concentrati e attenti, specie nella partenza dei set. Stasera abbiamo perso facendo molte sciocchezze e questo fa ancora più male. Adesso la situazione si complica anche perché nelle prossime partite giocheremo con squadre molto forti e di prima fascia. Un dato confortante viene dal buon esordio della Washington a livello di numeri anche se avrei sacrificato volentieri qualcuno di questi numeri per portare a casa dei punti per la classifica».

Risultati (27ª giornata): Golem Olbia-Conad Olimpia Teodora Ravenna 3-1; sabato 3 marzo, ore 17, Club Italia Crai-Barricalla Collegno; ore 20.30, Bartoccini Gioiellerie Perugia-Sorelle Ramonda Ipa Montecchio; domenica 4 marzo, ore 17, Zambelli Orvieto-Volley Soverato, Delta Informatica Trentino-Savallese Millenium Brescia, Fenera Chieri-P2P Givova Baronissi, Battistelli San Giovanni in Marignano-LPM Bam Mondovì, Golden Tulip Volalto Caserta-Sigel Marsala. Riposo: Ubi Banca San Bernardo Cuneo .

Classifica: Mondovì 58 punti; San Giovanni Marignano 56; Cuneo 55; Brescia* 54; Chieri 50; Trento 47; Soverato* 45; Club Italia 40; Ravenna e Collegno* 39; Orvieto* 38; Baronissi 25; Olbia° 23; Montecchio* 20; Perugia* 18; Marsala* 12; Caserta* 8 (* una gara in meno; ° una gara in più).

CONSAR BILLB 16 – 22 05 22
CONAD CONSEGNA A DOMICILIO BILLB 03 11 21 – 31 12 22
ASER LEAD BOTTOM 01 04 – 30 06 22