Un’incerottata Conad si illude ma poi cede in quattro set nel debutto di Perugia

Volley A2 femminile / Senza Mendaro e Canton le biancorosse si aggiudicano la prima frazione, senza però riuscire a contrastare la reazione della Bartoccini, “letale” in Smirnova e Pascucci

Perugia-Ravenna 3-1
(23-25, 25-19, 25-10, 25-21)
BARTOCCINI GIOIELLERIE PERUGIA: Pietrelli 9, Casillo 7, Demichelis 2, Pascucci 25, Lapi 9, Smirnova 22, Bruno (L). Ne: Marchi, Fastellini, Kotlar, Catena, Gierek. All.: Bovari.
CONAD OLIMPIA TEODORA RAVENNA: Torcolacci 9, Aluigi 9, Ubertini 9, Gioli 13, Agrifoglio 1, Bacchi 16, Rocchi (L); Calisesi, Vallicelli. Ne: Altini, Lombardi, Canton. All.: Caliendo.
ARBITRI: Verrascina e De Vittoris.
NOTE – Perugia: bs 6, bv 3, errori 12, muri 10; Ravenna: bs 7, bv 2, errori 17, muri 9. Durata set: 31′, 26′, 22′, 36′ (tot. 115′).

Muro Perugia Su Aluigi

Il muro delle perugine su Chiara Aluigi (foto Bartoccini Perugia Facebook)

Nonostante la pesante assenza dell’opposto Mendaro, la Conad lotta fino alla fine, ma torna dal Pala Evangelisti di Perugia senza punti in virtù della sconfitta in quattro frazioni. Contro una delle migliori squadre del girone, la Bartoccini, le ravennati giocano alla pari il primo e il quarto set, subendo invece un calo soprattutto nel terzo parziale, dominato dalle padrone di casa. Per l’Olimpia Teodora ci sarà l’occasione per riscattarsi già domenica 14 ottobre, alle ore 17, quando al PalaCosta in occasione dell’esordio casalingo arriverà la Barricalla Cus Torino, domenica ferma per il turno di riposo.

I sestetti titolari Oltre che della cubana Mendaro, al fischio d’inizio il coach Caliendo deve fare a meno anche di Canton e schiera Aluigi opposto, con Ubertini e capitan Bacchi in banda, Gioli e Torcolacci centrali, Agrifoglio al palleggio e Rocchi libero. Per il tecnico Bovari lo starting six è composto dalla diagonale composta da Demichelis e Smirnova, dalle schiacciatrici Pietrelli e Pascucci, da Casillo e Lapi al centro e da Bruno in seconda linea.

Primo set La Conad entra in campo concentrata, sbaglia pochissimo e grazie all’ottimo lavoro a muro si porta subito avanti, allungando fino al 16-21 con un contributo uniforme di tutte le ragazze. La reazione di Perugia non tarda ad arrivare e le padrone di casa si riportano sul 22-23, ma l’Olimpia Teodora con freddezza si porta a casa il set per 23-25 grazie a Torcolacci.

Secondo set Le umbre, guidate da una super Pascucci, volano sull’8-1 prima e sul 10-2 poi, ma Ravenna reagisce con la grinta della capitana Bacchi. Tre punti consecutivi di Aluigi valgono il 12-9, ma le biancorosse non riescono a concretizzare la rimonta e Perugia allunga di nuovo sul 17-10. La Conad prova ancora a rientrare sul 19-15, ma commette troppi errori e viene respinta, con le padrone di casa che pareggiano il conto vincendo il secondo periodo 25-19.

Terzo set Grazie a una trascinante Smirnova Perugia allunga in un attimo da 2-0 a 13-5. Caliendo cambia la regia inserendo Vallicelli, ma il copione non cambia e la solita Pascucci firma il 19-7, prima che con due muri consecutivi la Bartoccini chiuda il parziale con un secco 25-10.

Quarto set La Conad cerca di ritrovare la qualità di gioco espressa in apertura e si porta sul 2-4, ma il turno di servizio di Pascucci fa male a Ravenna, raggiunta e superata fino all’8-4. L’Olimpia Teodora resta agganciata sul 10-8 grazie alla solita Bacchi e due murate di Gioli pareggiano il parziale a quota 13. Smirnova però non ci sta e firma il nuovo allungo di Perugia sul 16-13, mentre le bizantine sbagliano ancora troppo finendo sotto 20-14. Le battute di Ubertini riaccendono le speranze per il 20-17, poi ancora Gioli e un muro di Bacchi valgono il 21-19. Nel finale arriva un cartellino rosso a Casillo e un’infrazione di rotazione per le padrone di casa ma Ravenna non ne approfitta e deve cedere set e partita per 25-21.

Le dichiarazioni del dopo-gara
Nello Caliendo
(allenatore Conad Ravenna): «C’è un po’ di rammarico perché eravamo partiti bene e, al di là del vantaggio, stavamo giocando una buona pallavolo. Con il passare dei minuti abbiamo cominciato a fare qualche errore di troppo e con un vantaggio largo Perugia ha avuto la vita più facile. Peccato per il terzo set in cui non abbiamo opposto resistenza, ma soprattutto per il secondo e il quarto dove eravamo riusciti a chiudere lo svantaggio, ma non abbiamo completato la rimonta. Le assenze hanno pesato molto nell’economia della partita, perché nel corso del match non avevamo quasi nessuna soluzione alternativa. Sapevamo della situazione e le ragazze sono state brave a provarci fino alla fine, anche se potevamo fare qualcosa di più. Dal punto di vista tecnico dobbiamo fare meno errori ed essere più incisivi in attacco, ma in vista dell’incontro di settimana prossima sono sicuro che anche il sostegno del pubblico di casa potrà aiutarci molto».

Risultati (prima giornata): Omag San Giovanni in Marignano-Delta Trentino 3-0, Sigel Marsala-Ramonda Montecchio Maggiore 3-2, Canovi Sassuolo-Cuore di Mamma Cutrofiano 3-1, Bartoccini Perugia-Conad Ravenna. Riposa: Barricalla CUS Torino.

Classifica: San Giovanni in Marignano, Perugia e Sassuolo 3 punti; Marsala 2; Montecchio Maggiore 1; Cus Torino*, Cutrofiano, Ravenna e Trento 0 (* una gara in meno).

RAVENNANTICA MOSY NUOVO BILLB 17 09 – 31 12 21
ORIGINAL PARQUET BILLB MID FISSO 18 – 24 10 21
CONAD APERTI BILLB 22 03 20 – 31 10 21