La Conad rompe il ghiaccio in trasferta: a Sassuolo capolista battuta al tiebreak

Volley A2 femminile / Importante affermazione per le ravennati, che in terra emiliana giocano una grande partita contro la Canovi. Molto bene Zamora, autrice di 23 punti

Sassuolo-Ravenna 2-3
(20-25, 25-21, 21-25, 25-23, 9-15)
CANOVI COPERTURE NOLO 2000 SASSUOLO: Lancellotti, Joly 9, Squarcini 17, Obossa 19, Bordignon 1, Crisanti 8, Zardo (L); Bici, Provaroni 5, Galletti 3, Gatta 2. Ne: Martinelli. All.: Barbolini.
CONAD RAVENNA: Bacchi 11, Torcolacci 3, Zamora 23, Aluigi 16, Gioli 17, Agrifoglio 1, Rocchi (L); Calisesi 1, Canton, Vallicelli. Ne: Altini, Lombardi, Mendaro (L), Ubertini. All.: Caliendo.
ARBITRI: Mattei di Macerata e Toni di Terni.
NOTE – Sassuolo: bs 15, bv 5, errori 22, muri 8; Ravenna: bs 9, bv 6, errori 27, muri 6. Durata set: 22’, 26’, 26’, 27’, 15’ (tot. 116’).

Bacchi A Sassuolo

Un attacco a Sassuolo della capitana Lucia Bacchi

Bella e importante vittoria per la Conad, che espugna al tiebreak il campo della capolista Sassuolo, centrando la prima affermazione stagionale in trasferta. Contro una squadra che non aveva perso nemmeno un punto per strada, le ravennati giocano una grande partita, andando in vantaggio prima sull’1-0 e poi sul 2-1. Entrambe le volte raggiunte, le biancorosse nella frazione decisiva non lasciano spazio alle rivali, battendole in modo netto. In crescita l’opposta Zamora, autrice di 23 punti, ben spalleggiata da Aluigi e Gioli. Grazie a questo successo l’Olimpia Teodora consolida il quinto posto in classifica, che al momento vale la partecipazione alla Poule Promozione.

Sestetti titolari Al fischio d’inizio il coach Caliendo schiera lo starting six composto da capitan Bacchi e Aluigi sulle bande, Zamora opposto, Agrifoglio al palleggio, Torcolacci e Gioli centrali, Rocchi libero. Il tecnico della Canovi Barbolini scende in campo con Lancellotti in palleggio, in diagonale con Obossa, al centro Crisanti e Squarcini. Le attaccanti di posto quattro sono Bordignon e Joly, mentre il libero è Zardo.

Primo set Parte in maniera travolgente la Conad che, grazie a qualche errore in più delle emiliane, si porta subito avanti di quattro lunghezze (0-4). Le padrone di casa non ci stanno e reagiscono, riportando in campo l’equilibrio sul 7 pari. La parte centrale del set vede le due formazioni combattere punto a punto. È Zamora a mettere a terra palle importanti e a lanciare Ravenna verso il finale con quattro punti di vantaggio (16-20). Le emiliane poco riescono a fare per fermare la furia delle ragazze di Caliendo che conquistano il primo set col punteggio di 20-25.

Secondo set Crisanti e compagne partono forte e lasciano Ravenna indietro di quattro punti. Le padrone di casa amministrano il vantaggio e lo incrementano (12-7). Nella parte centrale sono le giocate di Gioli e Aluigi a riportare a contatto la Conad, che riequilibra le sorti del set sul 15 pari. Impressionante la prova di carattere di capitan Bacchi e company che si portano avanti di due lunghezze (16-18). Il finale è incandescente, Sassuolo non vuole cedere, reagisce operando il sorpasso e riesce a far suo il secondo set col punteggio di 25-21.

Terzo set Le due compagini si affrontano punto a punto sin dall’inizio, con Ravenna che avanza e raggiunge un vantaggio massimo di tre lunghezze (15-18) e Sassuolo che insegue cercando di non perdere contatto. Verso il finale le ragazze di Caliendo spingono sull’acceleratore (19-22) con Zamora che, alla sua seconda partita, pare essersi già ambientata. Ravenna è implacabile e porta a casa il terzo set con quattro punti di vantaggio (21-25).

Quarto set Parte avanti Sassuolo (4-1), Ravenna incalza e fa pari (7-7). La Conad sente che può farcela e allunga (13-16) con Sassuolo che cerca di non perdere di vista le avversarie e di rimettersi in gara (15-16). Un’implacabile Zamora è l’arma in più di Ravenna. Ci si avvia di gran passo alle battute finali del set e del match (17-21). Sassuolo però non molla, è ancora viva e reattiva e prova a rimontare (21-22). Si scalda il set in un finale in cui le padrone di casa salgono in cattedra e cancellano la speranza del bottino pieno da parte di Ravenna. Il quarto set termina 25-23 a loro favore e si va al tiebreak.

Tiebreak Dopo l’equilibrio iniziale (4-4) Ravenna cerca di riprendersi il vantaggio che aveva alla fine del quarto e che aveva fatto sperare in una vittoria a punteggio pieno (4-8). Sassuolo reagisce (6-8) tuttavia nella seconda metà del set decisivo non c’è più storia, la Conad amministra e incrementa il vantaggio vincendo agevolmente col punteggio di 9 a 15

Dichiarazioni del dopo-gara
Nello Caliendo (allenatore Conad Ravenna): «Abbiamo fatto un’ottima prestazione, dimostrando soprattutto a noi stessi che se giochiamo con il nostro potenziale possiamo fare bene. La gara ci ha anche fatto capire che non bisogna mai abbassare la guardia e che il livello del campionato, soprattutto dal punto di vista mentale, è molto equilibrato. Ci prendiamo di positivo la consapevolezza che possiamo giocarcela alla pari con tutti. Lo spunto su cui lavorare è che dobbiamo prepararci sempre di più sulla concentrazione e sulla continuità. Ora ci godiamo questa vittoria, poi già da domani saremo proiettati per preparare al meglio la partita di domenica, il derby romagnolo contro san Giovanni in Marignano»

Risultatu (quinta giornata): Omag San Giovanni in Marignano-Bartoccini Perugia 3-1, Barricalla Cus Torino-Sigel Marsala 3-0, Ramonda Montecchio-Delta Trentino 0-3, Canovi Sassuolo-Conad Ravenna 2-3. Riposa: Cuore di Mamma Cutrofiano.

Classifica: Sassuolo 13 punti; Perugia 10 punti; Trentino* e San Giovanni in Marignano* 9; Ravenna 8; Cus Torino* 6; Cutrofiano* e Marsala* 2; Montecchio 1 (* una gara in meno).

RAVENNANTICA MOSY NUOVO BILLB 17 09 – 31 12 21
ORIGINAL PARQUET BILLB MID FISSO 18 – 24 10 21
CONAD APERTI BILLB 22 03 20 – 31 10 21