L’InfinityBio fa suo lo scontro d’alta classifica con le rivali dirette palermitane

Basket A2 femminile / Nella difficile trasferta le manfrede riescono a superare l’Andros nell’ultimo quarto e a spuntarla in volata

Palermo-Faenza 48-49
(15-15; 26-31; 42-35)
ANDROS BASKET PALERMO: Manzotti, Russo 13, Gioè ne, Cappelli ne, Cupido 7, Miccio 10, Verona 6, Vandenberg 12, Tumminelli ne, Caliò ne, Salomone ne. All.: Coppa.
INFINITYBIO FAENZA: Franceschelli 7, Schwienbacher 5, Franceschini, Morsiani 10, Ballardini 11, Caccoli ne, Zanetti, Soglia 9, Meschi, Preskienyte 7. All.: Ballardini.
ARBITRI: Silvestri e Giunta.

45860121 1713538298758084 4789163765134262272 O

Le giocatrici dell’InfinityBio all’inizio del match di Palermo

Per la seconda volta di fila Faenza riesce a spuntarla al fotofinish, a dimostrazione che questa squadra oltre al talento ha anche un cuore immenso, superando in trasferta Palermo nella sfida di alta classifica. Nel primo quarto l’InfinityBio prende subito la testa della partita con due tiri dalla lunga distanza della coppia Ballardini-Preskienyte. Palermo con calma ricuce lo strappo e a tre minuti dalla fine segna il primo vantaggio sul canestro di Miccio che firma il 12-11. Il quarto si chiude in perfetta parità sul parziale di 15-15. L’equilibrio si mantiene anche nei primi minuti del secondo quarto, poi Faenza prova un secondo break portandosi al massimo vantaggio sul più 8 a metà tempo con i due liberi di Soglia che firma il 27-19. Il vantaggio viene recuperato solo in parte e Faenza va al riposo sul risultato di 31-26.

COOP SAN VITALE MRT MATER NATURAE 12 – 25 10 20

Al ritorno dagli spogliatoi in campo c’è solo Palermo, che stringe le maglie in difesa e per Faenza è notte fonda, ricuce lo svantaggio e con Verona a 7 dal termine effettua il sorpasso. Faenza non riesce a reagire e finisce il quarto con soli 4 punti segnati, tutti da Morsiani contro i 16 delle palermitane che si portano sul massimo vantaggio di 7 punti sul 42-35. Nei due minuti di intervallo Faenza prova a scuotersi e a riorganizzare le idee. Quello che succede nel ultimo quarto ha lo stesso copione ma a parti invertite. Con due tiri pesanti di Franceschelli e Morsiani, Faenza torna subito in partita sul 41-42 e l’incontro si trascina punto a punto fino ai minuti finali. A meno di un minuto dal termine Russo trova l’ennesimo vantaggio per Palermo sul 48-47, sul rovesciamento di fronte Ballardini si butta in mezzo all’area e seppur ben marcata da Vandenberg con una magia riesce a segnare il +1 per Faenza sul 49-48. Palermo a 22 secondi dalla fine ha la palla in mano della vittoria, ma per le faentine ci sono ancora falli da commettere prima di arrivare in bonus e Franceschelli li spende ottimamente sulla giocatrice più pericolosa Miccio, e la obbliga così a prendere un tiro ad altissima difficoltà che non arriva al ferro. Faenza vince così l’ultimo quarto per 14-6 e la partita di un punto sul risultato finale di 49-48.

STUDIO MARTINI ADV FLESSIBILITA LEAD TOP 19 – 25 10 20
CONAD APERTI BILLB 22 03 -31 10 20
REGIONE ER PARTECIPAZIONE LEADERB BOTTOM 19 -25 10 20
DECO – PIADINA LORIANA LEAD HOME E CULT SPETTACOLI 01 01 – 31 12 20