A Orvieto dura solo tre set l’avventura in coppa della Conad, stesa da D’Odorico

Volley A2 femminile / Ravennati eliminate negli ottavi di finale della competizione dalla quotata Zambelli, trascinata dalla ex schiacciatrice biancorossa

Orvieto-Ravenna 3-0
(25-23, 25-20, 25-20)
ZAMBELLI ORVIETO: D’Odorico 14, Ciarrocchi 6, Decortes 16, Stavnetchei 8, Montani 8, Prandi, Cecchetto (L); Mucciola, Bussoli 4. Ne: Angelini, Kantor, Venturini, Quiligotti (L). All.: Solforati.
CONAD RAVENNA: Canton 1, Gioli 10, Agrifoglio 4, Bacchi 11, Lombardi 3, Mendaro 14, Rocchi (L); Torcolacci 1, Calisesi, Ubertini 1. Ne: Altini, Aluigi, Vallicelli. All.: Caliendo.
ARBITRI: Grassia e Salvati, entrambi di Roma.
NOTE – Orvieto: bs 6, bv 4, errori 13, muri 1; Ravenna: bs 4, bv 3, errori 14, muri 5. Durata set: 26’, 26’, 26’ (tot. 78’).

ALF 5166

Prova positiva per Yara Mendaro, autrice di 14 punti

La Conad perde in tre set a Orvieto e viene subito eliminata agli ottavi della Coppa Italia, con le umbre della Zambelli  che nei quarti sfideranno l’Omag San Giovanni in Marignano. Ora ogni risorsa fisica e psichica deve essere rivolta al campionato e alla rimonta di quei tre punti che separano l’Olimpia Teodora dalla zona playoff. Si riparte perciò sabato 15 dicembre, al PalaCosta contro la capolista Trento (ore 20.30). Sarà l’ultima partita casalinga prima di Natale ed è anche per questo che ci si aspetta il pubblico delle grandi occasioni, quel pubblico di Ravenna che può e sa fare la differenza e che di certo non perderà occasione per stringersi intorno alle biancorosse con tutto il calore possibile.

CONAD RAVENNA – HOME MRT2 08 – 31 01 19

Sestetti titolari Al fischio d’inizio Caliendo schiera un inedito starting six composto da Agrifoglio al palleggio, Gioli e Lombardi centrali, capitan Bacchi e Canton sulle bande, Mendaro opposto, Rocchi in seconda linea (ultime tre stagioni in biancoverde per il libero). Dal lato opposto del taraflex il coach Solforati fa scendere in campo Prandi al palleggio, Montani e Ciarrocchi al centro, la ex D’Odorico e Stavnetchei attaccanti di posto 4, Decortes in diagonale, Cecchetto libero.

Primo set L’avvio di partita è in equilibrio e il primo break è di Ravenna sul 6-8. Orvieto pareggia subito e sorpassa sul 12-10, ma la Conad impatta di nuovo il match per due volte sul 13-13 e 15-15. La prima frazione è ricca di emozioni e parziali: le padrone di casa provano la fuga con un 4-0 fino al 19-15, Ravenna risponde addirittura con uno 0-6 che vale aggancio e sorpasso sul 19-21, ma alla fine è un altro 4-0 delle umbre a essere decisivo. Orvieto si porta 23-21 e, nonostante Caliendo si giochi anche la carta della ex Ubertini, chiude il set per 25-23.

Secondo set Le padrone di casa si portano subito avanti per 2-0 e 5-2, ma Bacchi e due punti consecutivi di Agrifoglio impattano la partita sul 5-5. Orvieto allunga nuovamente sull’8-5 e l’Olimpia Teodora perde anche Lombardi, vittima di infortunio al ginocchio. La Conad trova però la forza di reagire, con Mendaro ribalta il parziale e grazie all’ace di Bacchi si porta 9-11. Il set prosegue equilibrato, ma piano piano le padrone di casa, prima recuperano il break, poi pareggiano e sorpassano sul 16-15 con D’Odorico. Nel finale la Conad cala il ritmo, commettendo qualche errore di troppo e Orvieto si porta a casa la frazione per 25-20.

Terzo set Si parte con la reazione d’orgoglio di Ravenna, trascinata da Gioli che firma subito il muro dello 0-2, e si ripete poco dopo per il 2-4. Ancora Gioli e un ace di Mendaro lanciano la fuga ospite sul 2-6, poi con capitan Bacchi e qualche disattenzione delle avversarie, l’Olimpia Teodora vola fino al 7-14. Con le padrone di casa doppiate la Conad commette l’errore di abbassare la tensione e Orvieto si lancia in una furiosa rimonta, segnando prima il 10-14, poi il 14-15 con un fortunoso ace di Ciarrocchi. L’inerzia della partita cambia radicalmente e Ravenna viene superata d’infilata sul 19-16, prima di cedere definitamente per 25-20, con Bussoli a chiudere un incredibile parziale di 18-6 e la partita.

La dichiarazione del dopo-gara
Nello Caliendo (tecnico Conad Ravenna): «Di sicuro usciamo dalla Coppa Italia avendo lottato. Siamo venuti a Orvieto consci che avremmo giocato contro una signora squadra una partita secca che bisognava vincere per passare il turno. Abbiamo avuto sprazzi di bel gioco, ma alla fine il merito va a Orvieto che si è di mostrata una squadra molto concreta. Ho visto buoni segnali di ripresa, soprattutto per quanto riguarda il gioco abbiamo avuto delle fasi molto positive. Anche l’infortunio al ginocchio di Lombardi dimostra che questo purtroppo è un periodo poco buono. Sono certo però che prima o poi la faremo ricominciare a girare dalla nostra».

DECO – PIADINA LORIANA CULT LEAD SPETTACOLI 01 01 – 31 12 18
RD CASA ANNUNCI – HOME LEAD BOTTOM 01 01 – 31 12 19