Conad, Agrifoglio ci crede: «Noi non molliamo, vogliamo raggiungere i playoff»

Volley A2 femminile / A tre giornate dal termine la regista biancorossa fa il punto della situazione. «Orvieto ha un calendario molto duro, ma in ogni caso dovremo fare del nostro meglio»

ALF 8067 (Large)

La palleggiatrice della Conad Beatrice Agrifoglio

A tre partite dal termine della Pool Promozione di Serie A2 femminile, a pochi giorni dal confronto del PalaCosta perso al tiebreak dalla Conad contro Mondovì, la palleggiatrice Beatrice Agrifoglio fa il punto della situazione prima della trasferta di domenica 31 marzo a Martignacco. «Nell’ultimo match disputato – inizia – abbiamo perso il primo set in maniera incredibile. Stavamo giocando bene ed eravamo avanti, poi non so cosa sia successo. Credo che quando ti trovi a giocare contro una squadra come Mondovì, se abbassi l’attenzione per un punto o due poi diventa un attimo farsi superare. Dopo aver perso il primo set in quel modo, la cocente delusione subita ci ha fatto calare la grinta e così abbiamo perso male il secondo periodo».

Dal terzo set in poi l’andamento del match è cambiato e la palleggiatrice della squadra ravennate, come tutte le altre compagne, si è resa protagonista di una prova di alto livello. «Una volta perso la seconda frazione è subentrato l’orgoglio. Sapevamo che stavamo giocando una partita importante e abbiamo tirato fuori gli artigli perché, per come siamo fatte, non molliamo mai, nemmeno in allenamento. Ci siamo dette che ormai non c’era più nulla da perdere e abbiamo dato tutto. Questo atteggiamento ci ha fatto prendere il via. Quando abbiamo visto che stavamo giocando bene e che eravamo sopra con i punti, le cose hanno iniziato a girare per il verso giusto. Dispiace per come è andato poi il quinto set, abbiamo fatto troppi errori consecutivi che non ci volevano, abbiamo subito troppi punti diretti senza giocarli e alla fine abbiamo perso».

FAMILA – HOME MRT2 14 – 20 11 19

In generale nelle partite della Pool Promozione l’atteggiamento della squadra ravennate è apparso molto grintoso e caparbio. «L’atteggiamento della squadra è quello giusto. È ovvio che dobbiamo guardare soltanto a noi stesse e vincere le partite che ancora dobbiamo giocare. Tuttavia facendo la corsa su Orvieto possiamo vedere che le umbre non hanno un calendario facile: devono giocare in casa contro Trento, in trasferta a Torino e per finire il derby con Perugia. In ogni caso noi dovremo fare del nostro meglio perché altrimenti è inutile guardare agli altri».

Nella Pool Promozione la squadra guidata da Nello Caliendo ha espresso una bella pallavolo e una grande forza di carattere, ma il campionato non è ancora finito. «Dobbiamo assolutamente vincere, a partire da Martignacco. Non sarà facile perché le nostre prossime avversarie hanno caratteristiche che per noi sono fastidiose, per esempio difendono molto e non è che dopo uno scambio si riesce a mettere giù la palla, di attacchi bisogna farne tre o quattro per cercare di fare punto. Per noi questo può spazientirci. Inoltre giocheremo in trasferta e il fattore campo, bene o male, ha sempre il suo peso. Di certo noi partiamo per Martignacco per mettercela tutta e dare il meglio».

Dopo aver giocato tre stagioni a Casalmaggiore, una a Filottrano, poi a Caserta, quindi di nuovo a Filottrano, la palleggiatrice aretina sta portando a termine la sua prima esperienza ravennate. «Ora posso dire di essere molto contenta. Per come era partita la stagione ero un po’ preoccupata. I risultati erano quelli che erano e non si era messa bene. Per come invece stanno andando le cose ora posso dire di essere felice sia per me stessa, in quanto avevo voglia di giocare e prendere fiducia e adesso mi sento molto meglio rispetto a prima, sia per la squadra, che finalmente sta dimostrando appieno come sa giocare. Per tutto questo mi ritengo molto soddisfatta».

Agrifoglio sottolinea l’importanza di avere avuto come compagne di squadra Lucia Bacchi e Simona Gioli, due icone della pallavolo italiana. «Giocare e allenarmi con loro per me è stato bellissimo. Conoscevo già Lucia perché abbiamo giocato insieme a Casalmaggiore ed è stata una riconferma del piacere e dell’onore di giocare con lei. Per quanto riguarda Simona, io che sono di origine umbra, quando ero giovanissima, andavo a vederla giocare a Perugia, e lo facevo anche quando giocava in Russia e veniva in Italia per disputare le finali di Champions. Pensate come può essere per una bambina che vede giocare il suo mito, crescendo arrivare a giocarci insieme. È stato davvero incredibile. Giocare con loro è stato un onore, ci insegnano sempre cose nuove e, quando occorre, ci bacchettano».

Un pensiero di Beatrice va poi ai tifosi della pallavolo ravennate che, quest’anno, hanno sostenuto la squadra con calore e affetto crescenti. «Tra due settimane avremo ancora una partita in casa che sarà fondamentale. Giocheremo contro Caserta che in classifica è appena un punto sotto di noi. Conoscendo l’ambiente, sono certa che le campane verranno a Ravenna per riscattare la sconfitta subita in casa contro di noi. Sarà una partita tra due squadre agguerrite e per questo avremo bisogno di quanto più tifo possibile. Quando domenica contro Mondovì abbiamo iniziato a giocare bene, il nostro pubblico ci ha sostenuto e ci ha dato una grossa mano. È stato davvero emozionante».

E per finire Agrifoglio auspica che in questo finale di campionato Ravenna e la sua squadra di volley femminile possano coronare un sogno. «Noi non molliamo mai e ci crediamo sempre. Speriamo che possa accadere quello che è accaduto al termine della prima fase di campionato. Ci speriamo veramente tanto, per noi, per la società e per i tifosi di Ravenna. Ce le giocheremo tutte e poi vedremo. Una cosa è certa, di sicuro non siamo con la testa in vacanza, anzi vogliamo andare a prenderci i playoff».

LA MUCCA VIOLA – BILLB MID1 11 – 25 11 19
RAVEGAN HOME BILLB 11 – 24 11 19
DECO – PIADINA LORIANA LEAD HOME E CULT SPETTACOLI 01 01 – 31 12 19