A Salò il capolinea della stagione per il Ravenna: lo 0-0 elimina i giallorossi

Calcio C / Non basta una prestazione generosa ai giallorossi per centrare una vittoria in terra lombarda che avrebbe significato qualificarsi al terzo turno. Foschi nel finale schiera ben cinque attaccanti, ma prevale la rocciosa difesa della FeralpiSalò

FeralpiSalò-Ravenna 0-0
FERALPISALO’ (4-3-2-1): De Lucia; Legati, Giani, P. Marchi (17’ st Altare), Contessa; Vita, Magnino, Scarsella; M. Marchi (27’ st Ferretti), Maiorino (45’ st Mordini); Caracciolo. A disp.: Livieri, Arrighi, Tirelli, Dametto, Tentardini, Ambro, Hergheligiu. All.: D. Zenoni.
RAVENNA FC (3-5-2): Venturi; Ronchi (37’ st Gudjohnsen), Jidayi, Lelj; Martorelli, Papa (25’ st Selleri), Esposito, Maleh (37’ st Siani), Barzaghi (20’ st Raffini); Galuppini, Nocciolini. A disp.: Spurio, Boccaccini, Bresciani, Scatozza, Sabba, Trovade. All.: Foschi.
ARBITRO: Camplone di Pescara.
NOTE – Ammoniti: Legati, P. Marchi e Maleh. Angoli: 2-3. Recupero: pt 2’; st 6’.

Fera Rave

Una immagine del match pareggiato tra FeralpiSalò e Ravenna (foto pagina Facebook FeralpiSalò)

Niente da fare per il Ravenna, che trova il suo capolinea al “Turina” di Salò, a poca distanza dal Lago di Garda, dove pareggia con la quotata FeralpiSalò nel secondo turno dei playoff. Ai giallorossi serviva una vittoria per continuare la loro avventura, ma il bunker attento e roccioso degli avversari non viene scalfito, con la partita che termina senza reti. Questo epilogo non toglie però nulla a quanto di buono ha fatto la formazione di Foschi nella stagione, con l’obiettivo salvezza raggiunto in grande anticipo e i playoff conquistati grazie a un’ottima settima posizione, che ha permesso ai bizantini di togliersi anche la soddisfazione di eliminare una squadra molto forte come il Vicenza.

FAMILA – HOME MRT2 22 – 28 08 19

Schierato con l’ormai classico 3-5-2, con le uniche novità rappresentate da Martorelli sulla fascia destra e Ronchi in difesa, il Ravenna ci prova fino alla fine, schiacciando i padroni di casa soprattutto nell’ultima parte del match. I giallorossi terminano con ben cinque punte in campo (a Galuppini e Nocciolini si aggiungono via via Raffini, Siani e Gudjohnsen), ma manca la giusta mira in alcune occasioni o il guizzo letale tra le attente maglie della retroguardia della FeralpiSalò. Pronti e via e al 3′ è Maleh che conquista palla e scappa sulla destra, trovando Galuppini a centro area, ma il piatto del 7 giallorosso è largo. Feralpisalò che non sta a guardare e con l’ex Cesena Vita prova a impensierire Venturi dalla distanza al 7’, ma il tiro finisce alle stelle. I padroni di casa ci riprovano con il medesimo esito cinque minuti dopo, ma questa volta sugli sviluppi di un corner alla conclusione arriva Contessa. Episodio dubbio al 17’ con Marchi che svetta di testa in area colpendo la parte bassa traversa con la palla che rimbalza al di là della linea: il direttore di gara annulla per una spinta dell’attaccante ai danni di Barzaghi, tra le proteste della Feralpisalò. Il primo tempo prosegue con un sostanziale equilibrio con i padroni di casa che cercano di controllare la partita. Al 27’ di nuovo Contessa sgroppa su tutta la fascia e mette un velenoso pallone al centro, con Ronchi che sulla linea salva sul tap in di Caracciolo.

La ripresa si apre con il Ravenna determinato e convinto a trovare la via del gol qualificazione. Al 12’ è Martorelli che vola sulla fascia e trova Galuppini all’altezza del rigore, la conclusione al volo in bello stile è però alta. La ripresa è di chiara marca giallorossa che a cavallo tra il 18’ e il 20’ scrive a referto altre due ottime occasioni con Nocciolini, la prima con una conclusione dai 20 metri che rimbalza davanti a De Lucia ma esce di pochi centimetri alla sinistra del portiere, la seconda inserendosi sul primo palo su cross basso di Barzaghi e concludendo con il tacco, ma con il medesimo, sfortunato, esito. Foschi inserisce tutte le armi offensive a disposizione per scardinare il muro dei padroni di casa, entrano Raffini, Gudjohnsen, Selleri, Siani per una squadra super offensiva. E’ proprio il numero 10 che prova a festeggiare il compleanno con un eurogoal al 28’ su schema da angolo come già fatto a Renate: la conclusione al volo viene però deviata da un avversario prima che possa fare gioire i tifosi giallorossi. il Ravenna non demorde e si fa trovare di nuovo in area al 39 con Esposito che salta due uomini e mette in mezzo una palla rasoterra sulla quale non riescono a trovare la deviazione vincente gli attaccanti. Al 40’ la Feralpi alleggerisce la pressione e in contropiede con Ferretti, entrato al posto di Marchi, per pochi centimetri non trova il vantaggio con un grande diagonale che sibila vicino al sette. Nel recupero c’è tempo ancora per una girata di testa di Nocciolini, ben trovato da Galuppini a centro area, ma anche in questo caso la fortuna non sorride al “barba bomber”.

RAVEGAN HOME BILLB 12-31 08 19
DECO – PIADINA LORIANA LEAD HOME E CULT SPETTACOLI 01 01 – 31 12 19
RD CASA ANNUNCI – HOME LEAD BOTTOM 01 01 – 31 12 19