Collinelli chiude il Mondiale su pista Juniores con uno sfortunato quinto posto

Ciclismo / Assieme a Gasparrini la ravennate centra un buon piazzamento nell’Americana al termine di una prova condizionata da una caduta. Fino a quel momento, infatti, la coppia azzurra stava lottando per il podio

68676383 2544639455768807 2958482385265491968 N

L’abbraccio tra Sofia Collinelli e la compagna Eleonora Camilla Gasparrini

Si chiude con uno sfortunato quinto posto nell’Americana l’avventura di Sofia Collinelli ai campionati mondiali Juniores su pista a Francoforte Oder, in Germania, una competizione che comunque termina con un bilancio del tutto positivo in virtù della medaglia d’oro nell’inseguimento a squadre e della buona sesta posizione in quello individuale. La ravennate, che gareggiava la “Madison” insieme a Eleonora Camilla Gasparrini, sua compagna di squadra nella piacentina VO2 Team Pink, con una eccellente condotta di corsa stava lottando per le posizioni di rilievo della gara, inseguendo l’obiettivo di bissare il fresco bronzo europeo. Suo malgrado, a venti giri dal termine la figlia d’arte classe 2001 è stata coinvolta in una caduta e nonostante i grandissimi sforzi della coppia azzurra per rientrare, l’episodio ha condizionato la loro prova, con un giro perso e la quinta piazza finale. Medaglia d’oro agli Sati Uniti, argento alla Gran Bretagna e bronzo alla Russia, mentre davanti alle azzurre si è piazzata l’Olanda. Nonostante ciò, resta la gagliarda prova delle due italiane, che hanno vinto il quinto degli otto sprint in programma, hanno centrato la seconda piazza alla terza volata e due volte sono risultate terze.

Al termine della competizione la Collinelli non ha nascosto un pizzico di delusione, indirizzando il suo pensiero a Gasparrini con un breve post su Facebook: «Che sfortuna questa Madison al mondiale… tu sei stata male da subito, io sono caduta a -20 giri, poi sei anche svenuta… eravamo terze prima della caduta stavamo correndo bene poi è successo quel che è successo, abbiamo concluso quinte… Non potevamo fare altrimenti…». I complimenti a Sofia arrivano da papà Andrea, oro olimpico ad Atlanta ’96 nell’inseguimento individuale. «Brave! Senza velodromo e senza gare non ci si inventa nulla! L’esperienza si acquisisce sul campo, non si trasmette a parole!».

CONAD VINI SABBIONI ORIOLO MRT2 07 – 13 11 19
LA MUCCA VIOLA – BILLB MID1 11 – 25 11 19
RAVEGAN HOME BILLB 11 – 24 11 19
RD CASA ANNUNCI – HOME LEAD BOTTOM 01 01 – 31 12 19