Spaccata al ristorante e gomme tagliate: «Solo perché siamo vegani». Ma l’Amaranto non si fa intimidire e invita a parlare un noto antivaccinista…

«Non è stato un ladro ma qualcuno che ce l’ha con i vegani, i vegetariani: una reazione contro quello che noi rappresentiamo». Ne è certo Stefano Pezzi, titolare del primo ristorante vegano di Ravenna, intervistato sull’edizione del Corriere Romagna del 2 febbraio all’indomani della spaccata notturna ai danni del proprio locale, l’Amaranto di via Mura San Vitale. Con una sedia di ferro è stata spaccata la vetrata della porta d’ingresso ed è stata danneggiata l’insegna dell’Amaranto, proprio dove c’era la scritta “vegano-vegetariano”. E negli ultimi mesi anche l’auto del titolare sarebbe stata presa di mira, con tanto di gomme tagliate.

Ma il ristoratore e il suo staff non si lasciano scoraggiare e proseguono naturalmente nella loro attività, con tanto di un ciclo di incontri a tema. Il prossimo è in programma il 17 febbraio e i posti per la cena sono già quasi esauriti. L’ospite è Marcello Pamio, noto a livello nazionale anche per apparizioni televisive, fondatore del sito www.disinformazione.it (dal sottotitolo eloquente “Oltre la verità ufficiale”), naturopata e autore di numerosi libri, si occupa di temi legati all’alimentazione, ai vaccini e alle cure alternative. Lui stesso – sottolineano dal locale – non ha mai vaccinato il bambino e non usa farmaci da vent’anni.

CONAD VINI PETER ZEMMER MRT 17 02 – 31 03 21
SPI CGIL CAMPAGNA TESSERAMENTO BILLB 01 02 – 07 03 2020
CONAD APERTI BILLB 22 03 20 – 31 03 21
RECLAM RPQ WEB MASTER BILLB 15 01 – 31 03 21