La (nuova) prima volta al ristorante: ecco come si mangia (e si ordina) in era Covid

La nostra esperienza all’agriturismo La Spagnera la sera del 18 maggio, primo giorno di riapertura

Image

Gel e termoscanner all’ingresso della Spagnera

«Mi conferma che siete della stessa famiglia, quindi tra voi non necessitate di distanziamento?». È la domanda a cui dovremo tutti abituarci a rispondere al momento di prenotare un tavolo al ristorante in epoca Covid.

A noi, in particolare, l’ha rivolta la titolare dell’agriturismo La Spagnera, a San Pietro in Vincoli, dove siamo stati la sera del 18 maggio, primo giorno di riapertura. Una sorta di test per capire cosa ci aspetterà da qui ai prossimi mesi.

Locale molto frequentato, in particolare da famiglie con bambini per il grande spazio esterno, alla Spagnera i lavori sono ancora in corso per rimodulare la propria offerta in vista dell’estate e per poter sfruttare il più possibile (come da ordinanza regionale) gli spazi esterni.

Al servizio di take away attivato nelle settimane di quarantena – e che prosegue tuttora con la possibilità di ritirare all’esterno del ristorante il proprio pranzo o cena d’asporto, direttamente senza dover scendere dall’auto – ora si aggiunge l’idea di allestire anche dei gazebo nel grande parco, dove i clienti, su prenotazione, possano consumare cibo da asporto da ritirare al ristorante. Una sorta di picnic in isolamento, all’aria aperta.

spagnera covidPer tutti gli altri, il ristorante si è già attrezzato (all’aperto e al chiuso) con una serie di accorgimenti previsti dalla normativa e che vanno anche oltre, per non rischiare alcun tipo di incidente.

Causa brutto tempo, noi siamo stati costretti a cenare all’interno. In una sala a uso praticamente esclusivo, per una famiglia di 4 persone conviventi e 2 adulti parenti, posizionati in un tavolino distanziato in modo da restare oltre il metro di distanza, ma comunque insieme.

L’ingresso e l’uscita dal locale sono separati e ben indicati, oltretutto dalla porta di uscita non è proprio possibile entrare.

Ai vari ingressi sono presenti gli ormai tanto diffusi (quando non obbligatori) gel di igienizzazione per le mani ed è disponibile (su richiesta dei clienti più intransigenti) anche un termoscanner per il controllo della temperatura (che non è però obbligatorio).

Una volta seduti al tavolo è possibile, come da norma nazionale, togliere le mascherine, obbligatorie invece non appena ci si alza dal tavolo, all’interno del locale.

Il menù arriva direttamente su Whatsapp, ma è presente una versione cartacea che poi verrebbe cestinata dopo l’utilizzo – ci viene detto – ma che preferiamo non “sprecare”.

Titolari e camerieri (tutti rigorosamente con mascherina) ci presentano un’altra novità, quella del tavolo di servizio, pensato (almeno all’interno, in attesa di capire esattamente su quali spazi si potrà contare all’esterno) per evitare qualsiasi contatto tra clienti e camerieri. In pratica le bevande e le portate vengono lasciate in un tavolo lasciato libero a fianco di quello in cui si mangia. Poi ci si alza per ritirarle, una volta arrivate. Così come, per agevolare il lavoro dei camerieri, si “sparecchia” appoggiando le stoviglie vuote nello stesso tavolo.

L’altra (piccola) novità a cui abituarsi è quella delle porzioni monodose, dal sale al parmigiano, un impegno in più per i ristoratori, che non modifica di certo l’esperienza del consumatore finale. Che termina con il pagamento alla cassa, “rinnovata” con una parete di plexiglass.

Test, insomma, ampiamente superato, tanto da poter consigliare, ai ravennati che possono, di tornare prima possibile ai tavoli del loro ristorante preferito.

Nel caso della Spagnera, l’unica incognita (come spesso è capitato e sta capitando anche in altri contesti in queste settimane di emergenza) è legata ai bambini, assidui frequentatori dell’agriturismo di San Pietro in Vincoli: le aree gioco, infatti, dovranno essere a numero chiuso, ma i titolari stanno pensando in parte di eliminarle per evitare problemi. D’altronde la fattoria offre altri motivi di svago e si può finire la serata, come capitato a noi, inseguendo semplicemente due lucciole nei campi…

ORIGINAL PARQUET BILLB MID1 FISSO 30 04 – 02 07 20
CONAD APERTI BILLB 22 03 -30 06 20
COFARI HOME LEAD MID2 14 05 – 07 06 20