Quelli che criticano il centrosinistra che governa e poi non si candidano

Dicono che l’alternanza fra forze politiche al governo di una amministrazione pubblica sia un bene per la salute della democrazia e vada nell’interesse dei cittadini. È la posizione che molto spesso esprime il centrodestra in provincia di Ravenna, lamentando che il potere sia da troppo tempo nelle mani della stessa parte politica. Poi arrivano le elezioni comunali, il momento in cui il popolo decide, e in provincia di Ravenna succede che in due comuni su 14 al voto ci sia la candidatura di solo una lista di centrosinistra (cinque anni fa era successo così a Sant’Agata, dove quest’anno invece ci saranno due liste). L’8 e 9 giugno a Casola Valsenio e Cotignola, paesi rispettivamente di 2.500 e 7mila abitanti, i cittadini che volessero un cambiamento non potranno sceglierlo perché non c’è un’alternativa sulle schede. E non è che le elezioni siano un evento che cade casualmente: Lega, Fratelli d’Italia, Forza Italia e tutte le altre formazioni di centrodestra sanno dal 2019 che si sarebbe votato nel 2024. Ma non sono stati in grado di presentare una lista per un bacino di quasi diecimila abitanti.

leggi gli altri Bomboloni
NATURASI BILLB SEMI FAVE PISELLI 17 – 26 05 24
RFM 2024 PUNTI DIFFUSIONE AZIENDE BILLB 14 05 – 08 07 24
CONAD INSTAGRAM BILLB 01 01 – 31 12 24