Il piccolo grande disco fuori dagli schemi di Aldo Becca

DaliUn disco fuori dagli schemi e dal tempo, Dali. E probabilmente non c’è complimento migliore per Aldo Becca, outsider vero, cantautore ravennate attivo fin dagli anni novanta con una discografia disordinata, progetti paralleli (che non riguardano solo la musica suonata), una vena artistica che non si piega a compromessi (basti pensare che ha da poco rifiutato di aprire un concerto per un collega che ha poi scoperto, ascoltando il suo lavoro, di non apprezzare), nessuna apparente ambizione al successo. Così, negli anni, ha portato avanti una carriera “laterale”, apprezzata certo da molti addetti ai lavori (Dali si è beccato per esempio un 8 abbondante sull’ultimo numero di Rumore dalla prestigiosa firma di Maurizio Blatto) ma sconosciuta ai più, nonostante siano davvero pochi quelli in grado di pubblicare un disco così. Forse, restando in Romagna e indipendentemente dalle poche affinità stilistiche, un Pieralberto Valli (anche lui in procinto di pubblicare il nuovo album), tra l’altro non a caso suo compagno in Ribéss Records, piccola e un po’ folle etichetta riminese che si innamora ancora di queste piccole-grandi cose.

Dali – uscito il 15 dicembre in “chiavetta Usb” e in streaming a questo link – è un disco prima di tutto di suoni. Suoni elettronici, acustici, fischi, battiti, registrazioni casalinghe. Un disco quasi ambient, verrebbe da dire, nonostante provenga dal folk e si ispiri, almeno questo pare a noi, alle chitarre di John Fahey o Nick Drake, in versione perfino bucolica in qualche occasione. E poi è anche un disco di (poche) canzoni, canzoni fatte quasi di niente, di una voce che sussurrando riesce a sperimentare. Un album fragile ma in grado di creare un piccolo mondo lontano da tutto, quello privato dell’autore, così intimo, poetico e malinconico da far quasi commuovere. E così non stupisce leggere che è stato composto sull’onda emotiva causata da un lato dalla perdita di una persona molto cara e dall’altro del terremoto del centro Italia, vissuto in prima persona. La musica, per fortuna, può ancora essere la risposta.

Dali [ I ] – 1 [Ø] Tulipano Giallo from Palustre on Vimeo.

Dali è in vendita on line a questo link e ogni scatola contiene:
.box in letterpress argento fustellato su carta Curious Design Touch Milk 350g della Arjowiggins
.chiavetta 1gb con audio e video personalizzata con logo Dali
.booklet a soffietto in carta Canvas 95g
.4 stampe digitali su carta Patinata Matte 300g
.numerazione a mano

LA MUCCA VIOLA – BILLB MID1 11 – 25 11 19
DECO – PIADINA LORIANA LEAD HOME E CULT SPETTACOLI 01 01 – 31 12 19