Gli Schonwald a Parigi, non per caso

Stavano suonando a Parigi venerdì 13 novembre, in un club a pochi passi dal Bataclan, mentre era in atto il massacro, ignari di tutto. Al termine del loro concerto sono rimasti chiusi per motivi di sicurezza nel locale fino a notte fonda, poi la corsa in albergo senza fortunatamente alcuna conseguenza. Una casualità da brividi, che dà però bene le dimensioni anche della caratura internazionale dei ravennati Schonwald, duo composto da Luca Bandini e Alessandra Gismondi (cantante negli anni novanta dei piuttosto noti Pitch) che ha da poco pubblicato il proprio terzo album sulla lunga distanza, “Between parallel lights”, prodotto appunto da due etichette francesi, la Anywave e la Manic Depression, specializzata quest’ultima in materiale post-punk. Da lì parte infatti il percorso artistico del duo, molto chiaro e delineato, fin dalle immagini promozionali (tutte rigorosamente in bianco e nero) utilizzate sui social network o per le interviste. La loro è una dark-wave glaciale – anche se proprio in questo ultimo loro disco molto più fisica e “rock” del passato – nell’ambito del cosiddetto revival minimal-synth che prevede appunto l’utilizzo massiccio di sintetizzatore, batteria elettronica, chitarre e bassi taglienti, una voce fredda e distante (quella di Alessandra) che chiude il cerchio. I riferimenti sono i primi Cure, i Suicide, l’amata Siouxsie, i New Order, i Joy Division, ma anche alcune cose dei My Bloody Valentine (qui citati platealmente nella parte strumentale della bella “Lux”) e dello shoegaze. Gli Schonwald fanno la loro cosa, non fanno altro, sono facilmente catalogabili e pure inevitabilmente prevedibili, ma la loro cosa la fanno molto bene. E le recensioni con voti alti di stampa specializzta italiana ed estera pubblicate in queste settimane rendono loro giustizia. Nota di merito anche per la bella copertina dell’album, realizzata da Grégoire Belot e Myriam Barchechat.

ARKA ERGO STUDIO BILLB TOP E MID 24 01 – 29 02 2020
DECO – PIADINA LORIANA LEAD HOME E CULT SPETTACOLI 01 01 – 31 12 20