Alberi in lacrime e musicisti picchiati: alcuni fatti veri

Alcuni fatti realmente accaduti a Ravenna e dintorni.

– Una famiglia, stanca del rumore, ha picchiato i musicisti del Ravenna Festival che stavano facendo le prove con le loro percussioni al Cisim di Lido Adriano (primi effetti della nuova legge sulla legittima difesa voluta da Salvini. Ok, scherzo, però ecco, sarebbe bello poter picchiare in libertà i vicini che ascoltano musica di merda – anche se non era questo il caso – oltre che sparare ai ladri).

– Torna la rievocazione storica con i legionari romani (che tanto le femministe sono troppe impegnate a guardare il mondiale di calcio femminile e magari quest’anno non rompono il cazzo).

Tagliati sette pini in via Maggiore (pare che gli alberi stiano piangendo, leggo su Facebook. Devo assolutamente pensare agli altri due miliardi e duecentocinquantamila alberi presenti sul territorio comunale per riprendermi dallo shock, in effetti).

– Al Museo d’Arte della città di Ravenna è stato inaugurato un mosaico con la faccia di Pannella (a me fa ridere solo così).

– Questa volta sono andato a vedere perché non ci credevo: ebbene sì, c’è qualcuno che paga davvero dei soldi per essere spruzzato da capo a piedi con dei colori mentre corre (erano in mille circa in Darsena il 7 giugno alla Color4Fun).

– Il cantante faentino Alessandro Ristori ha suonato al matrimonio di Charlotte Casiraghi (e improvvisamente in tanti hanno rivalutato la propria, di festa di matrimonio).

Imbrattato con la scritta “Scuola laica” un murales realizzato dai bambini di quinta elementare (e l’autore avrà pure pensato di essere un figo, o una figa. Il consiglio per le prossime gesta lo prendo da Ravennaedintorni.it: rubare le merendine a chi frequenta religione…).

LA MUCCA VIOLA – BILLB MID1 11 – 25 11 19
RAVEGAN HOME BILLB 11 – 24 11 19
RD CASA ANNUNCI – HOME LEAD BOTTOM 01 01 – 31 12 19