Il film su Dante di Pupi Avati

Nei giorni scorsi il sindaco Michele de Pascale ha incontrato il celebre regista Pupi Avati che pare sia interessato a realizzare un film sulla storia di Dante Alighieri a Ravenna.
Fin qui la notizia accertata e confermata pure da una foto dei due in posa.

Ma passando alle indiscrezioni, posso dirvi che nel film Dante riuscirà a risvegliarsi dal suo lungo sonno e a uscire dalla tomba in versione semi-zombie interpretato dal presidente della Cassa di Risparmio Antonio Patuelli, in cambio di un robusto finanziamento e come segno di ringraziamento per aver ristrutturato i chiostri francescani senza neppure demolire la tomba.

La prima immagine sarà una ripresa di Dante-Patuelli dalla telecamera conta-turisti installata sopra la tomba che finalmente avrà così una sua utilità.
Dopodiché Dante-Patuelli farà il suo ingresso nel mondo concedendosi ai selfie dei passanti fino ad arrivare alla piccola galleria che collega piazza San Francesco a via Guaccimanni, dove finalmente potrà farsi una pisciata sui muri anche lui, dopo una così lunga attesa.
Il film assumerà quindi i toni del thriller, seguendo i passi di Dante-Patuelli lungo via Guaccimanni in un crescendo di suspence fino a che il nostro protagonista non verrà colpito da un attacco di cuore alla vista dell’orrore di Largo Firenze.
Dante-Patuelli si risveglierà a Villa Maria (perché bisogna anche saper valorizzare il territorio circostante), accudito dall’assessora alla Cultura Elsa Signorino, di cui si innamorerà all’istante.
Da qui il film si trasforma in una commedia romantica con i due che amoreggiano di nascosto nelle stanze ancora inutilizzate del museo Classis fino al grande matrimonio a sorpresa a Tamo, dopo un altro momento thrilling in cui gli invitati non riescono a trovare il posto, avendolo scambiato tutti con la Domus dei Tappeti di Pietra.
Il film si concluderà anche con un cameo dell’ex sindaco Fabrizio Matteucci, che interpreterà Lord Byron che in uno sfasamento temporale incontrerà Dante-Patuelli in via Cavour, davanti al museo Byron appunto: i due si incroceranno senza salutarsi, in una scena in slow motion, con la telecamera che indugerà sul volto di Byron-Matteucci il quale con fare interrogativo si chiederà chi cazzo sia quel tipo vampiresco vestito come un coglione.

Ce ne fossero, di celebrazioni dantesche così.

CONSAR – HOME BILLB MID1 20-26 05 19
DECO – PIADINA LORIANA CULT LEAD SPETTACOLI 01 01 – 31 12 18
RD CASA ANNUNCI – HOME LEAD BOTTOM 01 01 – 31 12 19