Se il partitone cerca di non farsi troppo notare

Panico in provincia di Ravenna.
Qui dove in passato bisognava cercare di inserire in qualche modo i simboli del partitone di sinistra nella scheda elettorale per fare in modo che i vecchietti non si sbagliassero al momento di andare a votare, qui dove fino a pochissimo tempo fa il partitone faceva il bello e il cattivo tempo, decideva chi candidare e come, perché qui comando io, beh, adesso quello stesso partitone si è reso conto che ora nel resto dell’Italia (e alcuni segnali sono arrivati anche qui) dove passa lui tutto muore e quindi meglio non rischiare.

Mi piace figurarmelo come un signore di mezza età, tipo Bobo di Staino, il partitone, che in campagna elettorale sta cercando di farsi i cazzi suoi senza dare troppo nell’occhio.
Lo puoi vedere fischiettare facendo finta di passare di lì per caso, durante una presentazione dei suoi amici in piazza; puoi vederlo applaudire da solo davanti al computer leggendo un post di uno dei suoi candidati, trattenendosi dal mettere il “mi piace”;
lo puoi vedere parlare bene dei suoi candidati ai suoi conoscenti, con frasi del tipo “siamo solo amici, non stiamo proprio insieme, vai tranquillo, puoi provarci anche tu”;
oppure lo puoi vedere litigare con il suo candidato o la sua candidata: “No, non se ne parla, il mio simbolo non ci va. Non ti preoccupare, coi vecchi ci parlo io, ma nei manifesti no, su Facebook poi, per l’amor di Dio, non se ne parla neanche. Sì, lo so, capisco che sei legato a noi, ti abbiamo trovato un lavoro, eccetera, senza di noi non saresti un cazzo di nessuno, ok, d’accordo, però adesso basta sentimentalismi, testa bassa e lavorare, per non farcelo mettere nel culo anche qua”.

E così a Lugo in un lungo comizio pieno di commozione non si vede da nessuna parte il simbolo del Pd, né Ranalli ne parla mai, del Pd, durante la presentazione della sua ricandidatura.

A Russi c’è una giovane molto social, che su Facebook e nelle prime interviste lette sul web se ne guarda bene dal citare il Pd, piuttosto meglio parlare di persone interessate al centrosinistra.

E il Pd, dall’altra parte, se ne sta zitto, se non per dire che sì, a Cervia, per chiudere il cerchio, confluirà in una lista civica.
Amen.

ARKA ERGO STUDIO BILLB TOP E MID 24 01 – 29 02 2020
TORNERIA IN LEGNO CP BILLB TOP 30 01 – 29 02 2020
DECO – PIADINA LORIANA LEAD HOME E CULT SPETTACOLI 01 01 – 31 12 20