PUG 2022: nel segno della rigenerazione e transizione ecologica

Dopo la pubblicazione del piano e una presentazione pubblica si attendono le osservazione degli addetti ai lavori per l’adozione.

Schermata 2022 03 10 Alle 16.39.02

Trasparenza, semplificazione procedurale, confronto e condivisione con i portatori di interesse, gli addetti ai lavori, le associazioni di cittadini coinvolti in processi partecipativi, il tutto all’insegna della normativa regionale che punta alla riduzione del consumo di suolo, alla rigenerazione urbana, alla sostenibilità ambientale e alla transizione ecologica/energetica.

Questi sono punti di forza su cui sta muovendo l’amministrazione comunale di Ravenna per giungere nei prossimi mesi all’adozione e all’approvazione del nuovo documento generale di pianificazione urbanistica, il PUG, che supera e aggiorna tutti i vecchi strumenti come PSC, POC, RUE e altre normative collegate.

In gennaio, con l’assunzione del PUG da parte della Giunta comunale, in conformità con quanto previsto dall’articolo 45 comma 2 della Legge regionale 24 del 2017, ha fatto un passo in avanti il percorso di redazione, condivisione e formalizzazione dello strumento urbanistico generale della città di Ravenna.

È stato quindi compiuto il primo importante passo di formalizzazione di questo documento, dopo l’affidamento dell’incarico nella primavera del 2019 ad un raggruppamento di professionisti e società – tra cui la capogruppo Mate e il coordinatore tecnico scientifico professor architetto Carlo Gasparrini – il contestuale processo partecipativo sviluppato nello stesso anno, l’approvazione del Documento Strategico in Giunta comunale il 9 gennaio 2020 e a seguito anche di un ampio processo di consultazione svolto con gli enti pubblici territoriali, i Consigli territoriali, la Commissione consiliare Assetto del territorio, le associazioni rappresentative delle categorie imprenditoriali, professionali e sociali e le associazioni ambientaliste.

Il Pug è pubblicato sul sito del Comune da più di un mese e c’è tempo fino 4 aprile, da parte dei cittadini e degli operatori del settore, per formulare osservazioni, anche grazie allo svolgimento di ulteriori forme di consultazione e partecipazione pubblica per consentire ai cittadini e alle loro forme organizzate di conoscere lo strumento e appropriarsene. Per questo si è tenuto anche un incontro pubblico con gli amministratori e i tecnici competenti, alla presenza del sindaco De Pascale e del presidente della Regione Stefano Bonaccini, che ha elogiato Ravenna per essere stata fra le prime città ad avere pubblicato un Pug in notevole sintonia con lo spirito e gli orientamenti della legge urbanistica regionale.

Successivamente, la Giunta comunale proporrà le proprie determinazioni in merito alle osservazioni presentate, per consentire l’adozione del Pug in Consiglio comunale accompagnata da una dichiarazione di sintesi sulle osservazioni presentate e sulle relative risposte dell’Amministrazione comunale.

Ciò consentirà di procedere all’ulteriore fase finale di approvazione del Pug, previo parere positivo del Comitato Urbanistico della Regione Emilia-Romagna.

«Rispetto all’attuale strumentazione urbanistica – sottolinea il sindaco Michele de Pascale – il Pug rappresenta un processo di pianificazione generale di natura rivoluzionaria per molti motivi, a partire dal fatto che non avrà una scadenza e che consentirà grande flessibilità e semplificazione, per dare risposte alle esigenze del territorio e delle persone che lo abitano rimanendo al passo con i tempi. Oltre a flessibilità e semplificazione, le “parole d’ordine” del Pug sono azzeramento del consumo di suolo e grande attenzione alle energie rinnovabili, sviluppo e sostenibilità in un binomio inscindibile. In programma c’è anche un ampio progetto di riforestazione. Il tutto è avvenuto e avverrà, nel solco di una modalità che da sempre caratterizza le amministrazioni del nostro territorio, nella chiave della partecipazione. Il contributo della cittadinanza è stato fondamentale fino ad ora e lo sarà anche in questa nuova fase, che si apre ora e che è propedeutica all’approvazione finale»

«Con la messa in evidenza per la fase delle osservazioni pubbliche – sottolinea l’assessora all’Urbanistica Federica Del Conte – presentiamo il documento assunto dalla giunta alla commissione Assetto del territorio. Della redazione di questo strumento si è occupato un raggruppamento di professionisti appositamente selezionato e tra i punti di forza del documento c’è anche quello di avere alle spalle una approfondita conoscenza del nostro territorio, elemento fondamentale affinché il Pug possa esercitare quell’azione strategica di orientare le azioni di intervento sul territorio ed essere utile per i cittadini e per le imprese».

AGENZIA MARIS BILLB CP 25 02 20 – 31 12 22
PD RAVENNA FESTA UNITA 2022 BILLB 08 08 – 04 09 22
AGENZIA CASA DEI SOGNI BILLB 01 – 31 12 22
PERCORSO GASTRONOMICO 2022 BILLB 05 – 29 08 22