Casalinghe e disoccupate russe in Italia come turiste, poi si prostituivano

In manette all’aeroporto di Madrid la donna, 54enne, che ne gestiva gli impegni, anche a Ravenna, e le sistemava negli appartamenti

ProstituteCon l’esecuzione di un mandato di cattura europeo in Spagna, la squadra mobile di Forlì ha definitivamente smantellato un giro di prostitute originarie di paesi dell’ex Unione Sovietica e gestito da due coniugi, tra Forlì, Cesena, Imola, Ravenna e Bologna.

Il marito, uno spagnolo di 59 anni, era stato arrestato nel 2015 in un albergo di Forlì ed è già stato condannato, mentre la moglie, una russa 54enne, è stata rintracciata il 17 luglio all’aeroporto di Madrid.

Una dozzina le donne identificate nel corso dell’indagine “Golden Gate”, arrivate in Italia con semplice visto turistico.

L’arrestata teneva i contatti con loro, le sistemava negli appartamenti e ne gestiva impegni e inserzioni per un giro d’affari di 15mila euro al mese. Le straniere sfruttate erano consenzienti, casalinghe o disoccupate che avevano trovato nell’agenzia un modo per superare le difficoltà economiche, facendo turni di due-tre settimane in Italia e poi tornavano in Spagna in attesa di una nuova convocazione. (fonte Ansa.it)

ACCADEMIA DEL MUSICAL BILLB 17 09 – 04 10 20
CONSAR HOME BILLB 08 – 30 09 20
CONAD APERTI BILLB 22 03 -30 09 20
REGIONE ER SCUOLA SICURA LEADERB BOTTOM 14 – 30 09 20
COFARI HOME LEAD MID 21 – 30 09 20