Rubano escavatore da 100mila euro ma erano pedinati dai carabinieri: quattro arresti

I militari hanno fermato le vedette in auto per un controllo e li hanno lasciati proseguire e seguiti arrivando ai complici

BobcatUn complice residente in Romagna aveva fornito la dritta e così in tre da Roma erano partiti per raggiungere Cervia con l’obiettivo di rubare un escavatore del valore di circa centomila euro. Il furto è stato impedito dai carabinieri che erano sulle tracce del gruppo: veicolo riconsegnato al proprietario e ladri in manette. Non è escluso che il proseguimento delle indagini possa attribuire alla banda la responsabilità anche di altri furti analoghi avvenuti in passato.

L’operazione che ha portato agli arresti ha le radici a Rieti. I carabinieri del nucleo investigativo e dell’aliquota operativa del capoluogo laziale infatti da aprile scorso indagavano su un furto di mezzi agricoli e per il movimento terra. Nei giorni scorsi erano stati ritrovati sei mezzi pesanti rubati del valore complessivo di circa 400mila euro: stavano sul rimorchio di un camion guidato da due romeni diretti in Romania per rivendirli. Dall’arresto per ricettazione i militari sono venuti a conoscenza di un colpo già programmato a Cervia. Grazie alla collaborazione della compagnia cervese, ieri sera l’Arma ha disposto un controllo massiccio del territorio e alle 3.30 una pattuglia fermava per un controllo stradale due componenti della banda a bordo di una Mercedes. Intuito che i due fossero le vedette dei complici, invece di portarli in caserma li hanno lasciati allontanare per pedinarli. E così sono stati loro stessi a buttare i complici fra le braccia dei carabinieri.

Nell’indagine sono stati sequestrati numerosi arnesi da scasso, sei telefoni cellulari con intestazioni fittizie e un disturbatore di frequenze per eludere gli antifurti.

WIND BILLB MID1 01 – 24 08 20
CONAD APERTI BILLB 22 03 -31 08 20
DECO – PIADINA LORIANA LEAD HOME E CULT SPETTACOLI 01 01 – 31 12 20