«Mi sento autonomo al cento per cento e non mi lamento dei soldi»

Tra liceo e consegne serali, l’esperienza di uno dei pochi rider di Deliveroo attivi a Ravenna

Rider DeliverooA diciotto anni, Angelo (nome di fantasia) studia alle superiori e fa il rider a Ravenna per Deliveroo. Gli abbiamo chiesto di raccontarci qualcosa della sua esperienza.

Quando e perché ha cominciato a fare questo lavoro?
«Cercavo un lavoretto per il pomeriggio, per non stare a casa senza far niente e per mettere da parte qualcosa. Su un sito di annunci ho visto che Deliveroo cercava dei rider a Ravenna. Ho guardato alcuni video su Youtube per vedere come funzionava, quindi mi sono iscritto».

Che tipo di qualifiche chiedevano?
«Nulla, solo i dati anagrafici. Se vuoi lavorare con la bicicletta bisogna scannerizzare il documento; ti chiedono la cittadinanza italiana o il permesso di soggiorno. Poi ti inviano il contratto da firmare online, chiarissimo. L’ho firmato, e dopo dieci giorni arriva dall’Inghilterra il cassone, la giacca e il casco – non di grandissima qualità. Tutto molto veloce e rapido».

Che tipo di contratto ha firmato?
«È una prestazione autonoma occasionale».

Quali sono i ristoranti di Ravenna che lavorano con Deliveroo?
«Ce ne sono molti: pizzerie, ristoranti cinesi, sushi. La maggior parte di questi ristoranti pagano direttamente i loro fattorini. L’unica azienda che si affida a Deliveroo è McDonald’s».

Si sente un lavoratore autonomo o dipendente?
«Io mi sento al 100% autonomo. Scelgo io gli orari e per quello che mi riguarda non c’è nessuna subordinazione. Posso non lavorare per una settimana o posso prenotarmi in tutte le sessioni».

Come viene pagato?
«A consegna. Se mi sono prenotato nella sessione dalle 21 alle 22 e sono disponibile, il sistema può inviarmi un ordine che sono libero di accettare o meno. Se lo accetto, mi dice dove andare».

C’è un limite di tempo da rispettare?
«Non c’è un vero e proprio cronometro, ma ovviamente se ci metto un’ora è molto probabile che non mi affidino altri ordini successivamente. Io ci ho sempre messo massimo mezz’ora, per qualunque parte di Ravenna. Vado molto spedito».

Qual è la paga minima a consegna?
«Deliveroo dichiara da contratto una paga minima di 4,15 euro. Non mi è mai successo: è sempre stato più di 5 euro, per me. Alcuni ordini rendono di più perché la distanza da percorrere è maggiore, ma non si possono calcolare le entrate sui chilometri percorsi».

Cosa pensa delle retribuzioni?
«Non mi posso lamentare delle paghe. Alcuni giorni fai 20 euro, altri giorni 70, sempre tassati al 20%. Capisco però i problemi di una persona che vuole campare di questo: non è possibile. Questo è un guadagno aggiuntivo, come fare il barista alla sera o fare la maschera a teatro».

Conosce altri rider a Ravenna?
«Ci sono sicuramente altri rider, più anziani di me, ma non li conosco personalmente».

Può fare una stima delle ore lavorate alla settimana?
«Difficile dirlo. Io sono disponibile tutti i giorni. Ci sono giornate in cui ho fatto solo due ordini. Dipende dal sistema, che di solito predilige chi lavora in macchina».

Ha mai avuto contatti con qualcuno della piattaforma?
«No».

Ha mai avuto incidenti?
«No, ma bisogna stare molto attenti sulla strada e conoscere le regole, che non è scontato».

Continuerà a lavorare con Deliveroo?
«Sì, ma quest’estate preferirei lavorare al mare o a Mirabilandia, dove ho una paga all’ora assicurata. Con Deliveroo non guadagno così tanto».

CINEMAINCENTRO – CINEMADIVINO HOME BILLB MID1 19 06 – 21 07 19
DECO – PIADINA LORIANA CULT LEAD SPETTACOLI 01 01 – 31 12 18
RD CASA ANNUNCI – HOME LEAD BOTTOM 01 01 – 31 12 19