E il 2018 inizierà con la campagna elettorale

Lo scenario politico tra nazionale e locale con cui si chiude questo 2017 non è dei più frizzanti, eppure l’anno nuovo si aprirà con due mesi di intensa campagna elettorale per le politiche che potrebbe (chissà) creare qualche scompenso anche negli equilibri ravennati e sarà il caso di arrivarci preparati perché metterà a dura prova capacità di comprensione e coerenza di elettori ed eletti. Soprattutto dalle parti del centrosinistra, dove il sistema proporzionale porterà a contendersi fin all’ultimo elettore. Qui nuove etichette rischiano di coprire contraddizioni e tensioni e farne emergere altre.
Con Liberi e Uguali che può contare su Vasco Errani (che si dice potrebbe essere un nome per il Senato) vediamo unirsi tre forze (Mdp, Sinistra Italiana e Possibile) che a Palazzo Merlato sono divise e vediamo dividersi invece una forza come Ravenna in Comune: l’esperimento a sinistra del Pd rischia di frantumarsi perché le forze che l’hanno sostenuta ora sono divise tra posizioni diverse e contrapposte. Intanto il Pd sarà, volente o nolente, impegnato in una campagna contro Grasso, come ha già fatto capire Renzi dalle prime uscite, e quindi contro persone (come lo stesso Errani) su cui tutti nel Pd hanno speso parole (almeno pubbliche) di stima fino a poche settimane fa e che (come Baroncini) siedono addirittura in giunta. In tutto questo, vale la pena ricordare che con De Pascale c’è anche un’assessora di Sinistra per Ravenna cioé “quelli di Pisapia”, che però Pisapia intanto non c’è più…
Meglio sarà allora guardare ai grillini? Certo, ce ne fossero da queste parti. Perché qui in occasione delle amministrative, per non essere da meno della sinistra, i grillini si sono divisi e alla fine non hanno ottenuto alcuna certificazione perché da Milano si sono ben guardati di venire a capire se effettivamente da qualche parte la ragione c’era. Quindi ora c’è una lista civica i cui esponenti sono sembrati più volte in passato più vicini a Pizzarotti che ad altri, ci sono ex militanti che continuano a dar vita ai meetup e alcuni attivisti eletti nella bassa… Chi saranno quindi i candidati?
E il centrodestra? Questa potrebbe essere la volta buona in cui magari anche da queste parti imbastiscono una campagna elettorale degna di tal nome: Alberghini l’anno scorso ha dimostrato che il fortino è più espugnabile del previsto e da allora se n’è pure andato un pezzo del Pd. Che sia la volta buona che viene da queste parti addirittura Silvio Berlusconi, appena finisce di litigare con Salvini? In fondo, siamo anche tra le province più anziane d’Italia…

Ravvena&Dintorni: l'editoriale
ESP AREA PLUS – HOME BILLB MID FISSO 22 11 – 08 12 21
REGIONE ER GARANTI 2 BILLB 29 11 – 19 12 21
CONAD CONSEGNA A DOMICILIO BILLB 03 – 31 12 21
RAVENNANTICA MOSY NUOVO BILLB 17 09 – 31 12 21