Il Ravenna Pallanuoto supera Carpi e si rilancia nella lotta per la salvezza

Pallanuoto C / Fondamentale affermazione casalinga dei giallorossi al termine di un match condotto dall’inizio alla fine. Quartultimo posto a due lunghezze

Ravenna Pallanuoto-Coopernuoto Carpi 9-4
(4-0, 1-1, 2-0, 2-3)
RAVENNA PALLANUOTO: Guernaccini, Papale, Mazzotti, Filatov, Tassi (3), Baroncelli, Allegri (1), Biagetti, Ciccone (3), Tirelli, Ghirardelli, Melandri, Gentile. All.: Cukic.
COOPERNUOTO CARPI: Cortelloni, Morelli, Dondi, Ascari D, Dugoni, Sacchetti, Sammarini, Franchini, Setti, Zanardi, Caiumi E, Tamelli. All.: Bisi.
ARBITRO: Bertarini.

Papale

Alessandro Papale, classe 2002, un altro giovanissimo esordiente nella formazione ravennate

Era uno scontro decisivo per il Ravenna Pallanuoto per mantenere vive le speranze di salvezza e la formazione giallorossa offre un’ottima prova di squadra, soprattutto in fase difensiva, centrando la vittoria contro la Coopernuoto Carpi pur con un calo di concentrazione nell’ultimo periodo, a risultato ormai acquisito, che poteva essere evitato. Grazie a questi tre punti Mazzotti e compagni si portano a due lunghezze di distanza dal quartultimo posto occupato dalla Rari Nantes Verona e dallo Sportivamente Belluno. Contro una formazione ospite un po’ rimaneggiata i ragazzi di Cukic impongono il proprio ritmo sin dal primo quarto e chiudono sul punteggio di 4-0 con le doppiette di Tassi e Ciccone. Il secondo tempo è molto più equilibrato: gli emiliani prendono le misure al contropiede ravennate e difendono meglio sul centro e riescono ad accorciare le distanze con un gol in superiorità numerica, ma Ciccone, proprio sulla sirena, riporta il vantaggio a quattro reti e si va al cambio di campo sul 5-1.

FAMILA HOME MRT 19 – 25 09 19

Nella terza frazione la difesa mantiene alta l’attenzione e i ravennati non subiscono reti avversarie, mentre per i colori giallorossi va a segno Melandri con un gran tiro da posizione 1 e con Baroncelli in contropiede. Nel quarto e ultimo periodo i giallorossi cercano di controllare il gioco anche se forse appaiono un po’ troppo rinunciatari in attacco, dove commettono qualche errore di troppo sia in fase conclusiva che in fase di possesso, concedendo agli avversari opportunità che si sarebbero potute evitare e infatti gli ospiti vanno a segno per tre volte grazie soprattutto a mancanza di intensità difensiva. Per i padroni di casa in gol ancora Baroncelli, bravo a finalizzare al meglio una transizione in attacco, e Melandri, con un tiro da quasi metà campo a fil di sirena. Ora i ravennati attendono la visita alla US Persicetana dell’ex Salomoni, con fischio di inizio sabato 1 giugno alla “Gambi” alle ore 18.30.

Dichiarazioni post-gara
Vladimir Cukic (allenatore Ravenna Pallanuoto): «Questa partita era davvero fondamentale per la nostra stagione. L’importanza della posta in palio era enorme i ragazzi sono entrati in acqua molto concentrati. Il primo quarto è stato praticamente perfetto, mentre nel secondo non siamo riusciti a sviluppare le nostre trame offensive come avrei voluto. Molto bene la fase difensiva, ma dobbiamo imparare a mantenere l’intensità fino alla fine, senza commettere quegli errori di concentrazione che hanno consentito ai nostri avversari di avvicinarci nel punteggio nell’ultimo periodo di gioco».

Classifica: De Akker Bologna 48 punti, Pol. Coop. Parma 45, Libertas Vicenza 32, Rari Nantes Bologna 27, Penta Modena 24, US Persicetana 15, Rari Nantes Verona 12, Sportivamente Belluno 12, Ravenna Pallanuoto 10, Cooper N. Carpi 1.

Giovanili Nel weekend delle formazioni giovanili è scesa in acqua la squadra Under 15, guidata da Cukic, che ha vinto contro i pari età di Reggio Emilia con il punteggio di 11-8.

RAVEGAN HOME BILLB 16-30 09 19
DECO – PIADINA LORIANA LEAD HOME E CULT SPETTACOLI 01 01 – 31 12 19
RD CASA ANNUNCI – HOME LEAD BOTTOM 01 01 – 31 12 19