Febbraio, il mese del teatro per eccellenza: ecco cosa non perdere in Romagna

Overload Ph Filipe Ferreira Esiste un mese più teatrale di febbraio? Anche l’etimologia sembra rispondere di no: februus in latino è la purificazione, il doloroso processo dell’attraversamento della malattia verso la guarigione. Così come l’anno attraversa l’inverno più freddo verso la rinascita primaverile, lo spettatore attraversa il buio dello spettacolo per tornare cambiato. Purificarsi, appunto: la catarsi aristotelica è dietro l’angolo.
Anche il Carnevale – la festa delle maschere – sembra rispondere a questa logica di morte e rinascita. Come scriveva Mircea Eliade, bisogna superare il caos infero del sovvertimento sociale e dell’esplosione dei ruoli per organizzare forme nuove. Non sembra un semplice caso, dunque, che febbraio proponga agli spettatori romagnoli una tale quantità di appuntamenti di valore.

Partiamo da Rimini. La città malatestiana ospita ben due spettacoli recentemente premiati dalla giuria degli Ubu. Il 2 febbraio, al Mulino di Amleto, va in scena Amleto take away, della compagnia Berardi Casolari, che debuttò lo scorso maggio a Castrovillari. Il monologo – per semplificare, una rilettura pop da Shakespeare che affronta i paradossi del presente – è valso a Gianfranco Berardi il premio come miglior attore. Un riconoscimento importantissimo per una compagnia relativamente giovane (Berardi, attore non vedente, ha costituito la compagnia con Gabriella Casolari nel 2001), che carica di grande aspettative questo spettacolo.

Discorso analogo per Overload della compagnia fiorentina Sotterraneo. Artisti giovani (la collaborazione inizia nel 2005); approccio informale (si definiscono “avant-pop”); tematica attualissima (la sempre più preoccupante diffusione del deficit d’attenzione da sovraccarico d’informazione, in inglese “information overload”); vittoria come miglior spettacolo agli Ubu 2018. Scritto da Daniele Villa in un processo di studio iniziato nel 2016, Overload sarà in scena il 22 febbraio al teatro degli Atti.

Per continuare sulla scia del contemporaneo ci spostiamo allo Spazio Tondelli di Riccione. A febbraio sono due gli appuntamenti con il meglio della giovane drammaturgia italiana, che vanno a costituire Generazione Tondelli, una rassegna nella rassegna curata da Simone Bruscia. Il 15 febbraio va in scena Per il tuo bene, dell’enfant prodige Pier Lorenzo Pisano. Attore, regista, drammaturgo, classe ’91, Pisano con questo testo ha vinto il premio Riccione nel 2017. In scena cinque personaggi per riflettere in modo tragicomico sulla disfunzioni della famiglia, “un’associazione a delinquere basata sul ricatto d’amore”.

Il 24 febbraio è la volta di Essere bugiardo, spettacolo di Carlo Guasconi e vincitore dello stesso premio nel 2015. Ancora una volta al cuore dello spettacolo una riflessione amara sulla famiglia, sulla regressione infantile di un padre, tinta del colore cupo del lutto. Ad accrescere la curiosità la presenza di un attore di vaglia come Massimiliano Speziani, recentemente vincitore del premio Hystrio 2018 all’interpretazione.

Dalla costa ci spostiamo verso Cesena. Al Bonci, dal 21 al 24 febbraio, va in scena Ragazzi di vita. La produzione romana vanta una scuderia di professionisti impressionante: alla drammaturgia, Emanuele Trevi; alla regìa, Massimo Popolizio; sulla scena 18 attori, fra cui Lino Guanciale, per riproporre la disperata vitalità delle borgate tanto amate da Pasolini.
Lo spettacolo toccherà anche all’Alighieri di Ravenna dal 28 al 3 marzo.

Rimaniamo infine nella città bizantina. All’Alighieri si può segnalare il ritorno sulla scena, dal 15 al 16 febbraio, di Storia di un’amicizia, adattamento teatrale (ma è limitante usare questo termine) della saga di Elena Ferrante firmato Fanny & Alexander. Al Rasi, il 21 febbraio, debutta la nuova produzione di Lady Godiva, Orazione epica: Eugenio Sideri, partendo dal Filottete di Heiner Müller, riscrive la storia degli eroi antichi. In scena Enrico Caravita dialogherà con la batteria di Manuel Zappaterra.

LA MUCCA VIOLA – BILLB MID1 11 – 25 11 19
DECO – PIADINA LORIANA LEAD HOME E CULT SPETTACOLI 01 01 – 31 12 19