È tempo di preparare fichi caramellati e marmellata

È tempo di preparare i fichi caramellati, da gustare quest’inverno abbinandoli al formaggio squaquerone o raviggiolo, o al pecorino fresco.
Ingredienti: per ogni chilo di fichi - non troppo grandi con la buccia verde brillante e non troppo maturi - occorrono 350 gr. di zucchero semolato, la scorza di un limone biologico tagliata a listarelle, 3 chiodi di garofano, mezzo cucchiaino di polvere di cannella, una stecca di vaniglia, il succo del limone e mezzo bicchier d’acqua.?Per cuocerli occorre una teglia da forno che li contenga uno vicino all’altro in uno strato unico. Preparazione: pulire i fichi con un panno per non rischiare che lavandoli possano imbeversi d’acqua, tagliare con le forbici il picciolo, sistemarli nella teglia, aggiungere gli altri ingredienti e iniziare la cottura sul gas a fiamma media, girando spesso la teglia per non attaccarli, quando diventano trasparenti, metterli nel forno a 180° e lasciarli fino a quando non diventano di un bel colore ambrato (per circa 1 ora). Toglierli dal forno e lasciarli raffreddare. Sistemarli nei vasi e poi mescolare allo sciroppo un bicchierino di rhum buono e poi coprirli, chiudere i vasetti e farli sterilizzare per 15 minuti.
Marmellata di fichi.
Con i fichi troppo maturi per essere utilizzati nella ricetta precedente, preparare la marmellata. Ingredienti: per ogni chilo, 300 gr. di zucchero semolato, una bustina di vanillina, il succo di mezzo limone. Preparazione: cuocere per circa due ore poi passare con il passaverdura il composto in maniera tale si tolgono i semini. Continuare la cottura fino a quando la marmellata sarà diventata di un bel colore bruno scuro, attenzione di non cuocerla troppo altrimenti assume un sapore di zucchero bruciato. Mescolarla spesso perché tende ad attaccarsi. Sistemarla nei vasetti ancora calda, sterilizzare in acqua calda per circa 15 minuti.
Alcuni suggerimenti per la sterilizzazione. I vasetti devono essere sistemati in un tegame che li contenga comodamente, fra un vasetto e l’altro mettere della carta o pezzi di stoffa, l’acqua deve essere messa calda quando il composto è caldo e tiepida quando il composto è freddo. L’acqua deve ricoprire i coperchi di almeno 5 cm. Se bollendo evapora, aggiungere altra acqua calda. Dopo averli fatti bollire, lasciar raffreddare, poi toglierli e asciugarli ed etichettarli, poi riporli in cantina e aspettare un paio di mesi prima di consumarli.

RECLAM RPQ WEB MASTER BILLB 15 01 – 30 04 21
RAVENNANTICA MOSTRE TAMO BILLB TOP 08 04 – 30 06 21