Le grandi novità delle elezioni a Ravenna

 

Sarà una campagna elettorale all’insegna delle novità, a Ravenna.

Il sindaco uscente, naturalmente, si ricandida, che non è che si può cambiare ogni cinque anni. D’accordo, ci sta.

Ma la coalizione sarà tutto un fremito. A partire – udite udite – dalla nuova lista civica che nascerà a sostegno dello stesso De Pascale. Wow. Il capolista? Un giovane che mira a raccogliere le preferenze dei suoi coetanei, per dare nuova linfa alla politica cittadina? Certo, Daniele Perini, entrato per la prima volta in consiglio comunale nel 1988, presidente di Amare Ravenna (l’associazione dei nonnini) e nome storico del Pd nonostante faccia finta di non essere più nel Pd.

E le novità continuano, un po’ più a a sinistra, perché – colpo di scena – ci sarà anche qui Ravenna Coraggiosa, che in pratica prende il posto delle varie liste e partitini ex Ds, e si può sintetizzare nella sigla “siamo-quelli-di-sinistra-ma-buoni-e-col-cazzo-che-ci-candidiamo-contro-il-Pd-ci-basta-avere-una-poltroncina-e-non-rompiamo-tanto-le-palle-in-fondo-tra-parentesi-diamo-anche-un-tocco-alternativo-al-tutto”.

Ah, non è stato ancora detto, mi pare, ma qualcosa mi dice che il vicesindaco in pectore sarà del Pri, tanto per cercare di sparigliare le carte.

Novità su novità anche sul fronte dell’opposizione, a partire dal centrodestra che non sa che pesci pigliare. Ma dai, davvero?

Nel frattempo si è candidata a sindaco la consigliera comunale uscente della Pigna, sostenuta dal candidato sindaco della Pigna di 5 anni fa che farà da capolista: anche voi siete sobbalzati dalla sedia?

E se non ne avete ancora abbastanza, sappiate che l’unico nome al momento uscito sulla stampa per quanto riguarda il candidato della coalizione di centrodestra è quello di Ancarani di Forza Italia, che anche se c’è un po’ di differenza di età, da queste parti è un po’ come dire Berlusconi. Sperando che nel frattempo sia già stato soppiantato da Ancisi.

Gli unici che possono regalarci sorprese, insomma, sono quelli del Movimento 5 Stelle. Quando li avrebbero votati in tanti, cinque anni fa, non riuscirono neppure a presentare il simbolo; quest’anno che non li voterà più nessuno, invece, cosa si inventeranno?

SPI CGIL CAMPAGNA TESSERAMENTO BILLB 01 02 – 07 03 2020
ARTIGIANO DELLA PIZZA BILLB 01 – 07 03 21
CONAD APERTI BILLB 22 03 20 – 31 03 21
RECLAM RPQ WEB MASTER BILLB 15 01 – 31 03 21