No, non è una petizione contro una fabbrica

Ragazzi, questa cosa delle petizioni vi sta sfuggendo di mano. Sul serio.

Ecco alcuni stralci del testo di quest’ultima che vede primo firmatario Stefano Donati di Lista per Ravenna (peraltro candidato alle Regionali) in cui si chiede «una collocazione che ne minimizzi l’indubbio impatto per l’ambiente e per la salute pubblica». L’edificio in questione, continua il testo, «richiede la costruzione di una nuova strada di accesso interna al Parco verde tra le vie Vicoli e Leopardi, nonché di un apposito parcheggio».
«L’area – contesta poi sempre la petizione – sarebbe pressoché contigua ad un insediamento residenziale posto su via Vicoli, in un tratto di strada senza uscita, perciò utilizzato ad oggi, con minimo impatto ambientale, atmosferico e acustico, solo dai residenti. L’aumento della circolazione di automezzi produrrebbe danni alla qualità della vita di un intero comparto residenziale». I promotori si preoccupano inoltre per «un certo numero di alberi» che «dovrebbe essere sacrificato» e ci informano anche, intanto che ci sono, che la loro funzione (degli alberi) «è di abbassare nell’atmosfera la dannosa anidride carbonica, aumentando la concentrazione di ozono benefico». Questa cosa contro cui si batte la petizione, infine, produrrebbe secondo i firmatari «un aumento dell’inquinamento acustico a carico di 174 residenti o domiciliati, compresi 33 minori e una larga parte di anziani».

Polo Scolastico Via Vicoli Proposta + Fascia Verde

La mappa del nuovo polo scolastico di via Vicoli con le richieste della petizione

CAZZO, starete pensando voi, con tutte le lettere maiuscole, dove avranno intenzione di costruire questa fabbrica che rovinerà la vita dei residenti? Capisco le vostre preoccupazioni ma no, tranquilli, nessuna fabbrica.

Si tratta di un polo scolastico per 87 bambini da 0 a 6 anni che il Comune ha progettato di costruire in un’area verde vicino al Cinemacity dove al momento non c’è niente (se non un’area di sgambamento cani che verrà risistemata, così come il parco), dopo che già non ha potuto farla per una petizione in via Nizza, al posto di un parco che in realtà non è un parco e che nessuno frequenta. Ora chiedono di spostarla (di qualche metro) anche da via Vicoli perché i bambini che giocano in giardino potrebbero disturbare i vecchi che abitano lì vicino.

Che dire: quando finalmente ci estingueremo, sarà stato sempre troppo tardi.

TORNERIA IN LEGNO CP BILLB TOP 30 01 – 29 02 2020
DECO – PIADINA LORIANA LEAD HOME E CULT SPETTACOLI 01 01 – 31 12 20
RD CASA ANNUNCI – HOME LEAD BOTTOM 01 01 19 – 31 12 20