Sarà riesumata la salma di Bergamini, ex calciatore del Russi morto nel 1989

Riaperta l’inchiesta: secondo il procuratore non sarebbe stato un suicidio

Bergamini

Donato ‘Denis’ Bergamini osannato dai tifosi (foto Ansa.it)

La salma di Denis Bergamini, il giocatore del Cosenza (acquistato dal Russi) originario di Argenta la cui morte, avvenuta il 19 novembre del 1989 a Roseto Capo Spulico, venne attribuita a suicidio, sarà riesumata. Lo ha deciso il Gip del Tribunale di Castrovillari, Teresa Riggio, nel corso dell’incidente probatorio svoltosi stamattina, in accoglimento della richiesta del Procuratore della Repubblica, Eugenio Facciolla, che nelle settimane scorse aveva riaperto l’inchiesta sulla morte di Bergamini, a suo tempo archiviata perchè attribuita a suicidio.

Il procuratore Facciolla ritiene che la morte di Denis Bergamini non sarebbe stata dovuta a suicidio, e cioè che il giocatore si sarebbe fatto travolgere da un camion in transito lungo la statale 106 Jonica, come finora si é ritenuto, ma sia stata provocata da un “omicidio aggravato premeditato in concorso”.

ESP AREA PLUS – HOME BILLB MID FISSO 22 11 – 08 12 21
REGIONE ER GARANTI 2 BILLB 29 11 – 19 12 21
CONAD CONSEGNA A DOMICILIO BILLB 03 – 31 12 21
RAVENNANTICA MOSY NUOVO BILLB 17 09 – 31 12 21