Sassi dal cavalcavia, gli arrestati negano: «Siamo solo passati». Perizia sull’auto

Davanti al giudice i due giovani hanno detto che erano sul ponte per andare all’Esp. Il pm chiede accertamenti sui danni

CavalcaviaespNegano ogni accusa i due giovani arrestati per tentato omicidio perché avrebbero lanciato sassi dal cavalcavia sulla statale Adriatica a Ravenna all’altezza dell’Esp nel pomeriggio di domenica 28 gennaio. Comparsi stamani, 31 gennaio, in tribunale davanti al giudice per l’udienza di convalida dell’arresto hanno respinto le accuse sostenendo che sul ponte di viale Randi sarebbero solamente passati per raggiungere il centro commerciale ma non avrebbero lanciato alcuna pietra. Il pubblico ministero ha disposto un accertamento tecnico sui danni della vettura che sarebbe stata colpita.

L’intervento dei carabinieri è infatti scattato dopo la telefonata di un automobilista bolognese che ha accostato sulla statale denunciando di essere stato colpito da un oggetto gettato dal ponte al suo passaggio. La pattuglia dei militari ha rintracciato i due giovani, un 20enne ivoriano e un 25enne senegalese difesi dall’avvocato Nicola Laghi di Faenza, poco distanti dal ponte. Proprio questa circostanza è stata sottolineata dagli accusati a loro difesa: se fossero stati loro avrebbero avuto il tempo di allontanarsi dal luogo prima dell’arrivo dell’Arma. Il giudice dovrà pronunciarsi entro domani mattina.

FAMILA – HOME MRT2 14 – 20 11 19
LA MUCCA VIOLA – BILLB MID1 11 – 25 11 19
RAVEGAN HOME BILLB 11 – 24 11 19
BRONSON TRANSMISSIONS BILLB MID2 16 – 23 11 19
RD CASA ANNUNCI – HOME LEAD BOTTOM 01 01 – 31 12 19