Bancarotta: condanna a 10 anni e mezzo per l’imprenditore Musca, 8 per la compagna

Inchiesta sul fallimento di tre società. Provvisionali per 6,5 milioni di euro. L’accusa aveva chiesto rispettivamente 15 e 13 anni di condanna. Assolto il figlio dell’uomo perché il fatto non sussiste

IMG 6574Il tribunale di Ravenna ha condannato in primo grado l’imprenditore Giuseppe Musca a dieci anni e sei mesi di reclusione e la compagna Susi Ghiselli a otto anni per bancarotta nell’ambito dei fallimenti di tre società (Romauto, Asa Holding e Arca) con un passivo che superava i trenta milioni di euro. Il figlio dell’imprenditore, Nicola Musca, è stato invece assolto perché il fatto non sussite. L’accusa aveva chiesto, nell’ordine, condanne per 15, 13 e 7 anni.

Il collegio presieduto da Milena Zavatti ha inoltre disposto la condanna degli imputati a una provvisionale complessiva di 6,5 milioni di euro in favore dei tre fallimenti costituitisi parte civile (il risarcimento danni sarà da liquidare in giudizio separato).

CONAD RAVENNA – HOME MRT2 08 – 31 01 19

Nell’ambito dell’inchiesta erano stati sequestrati diversi immobili, in particolare alcuni appartamenti a Glorie di Bagnacavallo e la società dell’albergo 4 stelle Grand Hotel Mattei al quartiere San Giuseppe: il giudice ha disposto il sequestro conservativo sugli appartamenti e la restituzione dell’azienda Ghm agli aventi diritto.

In aula erano presenti solo padre e figlio. Il primo, dopo la lettura della sentenza, ha rilasciato solo un sintetico commento ai cronisti: «Faremo ricorso in Appello, ho fiducia nei prossimi gradi di giudizio perché sono convinto di essere innocente».

DECO – PIADINA LORIANA CULT LEAD SPETTACOLI 01 01 – 31 12 18
RD CASA ANNUNCI – HOME LEAD BOTTOM 01 01 – 31 12 19