Tornano le primarie del Pd: chi, dove e quando si vota (versando almeno 2 euro)

Incognita affluenza: nel 2017, quando fu confermato Renzi, in provincia parteciparono quasi 23mila persone

Primarie Pd 5 3

A un anno esatto dalla più cocente sconfitta elettorale della sua storia, il Pd domenica 3 marzo chiama iscritti, elettori e simpatizzanti a scegliere il nuovo segretario del partito e con lui la nuova assemblea nazionale (che a oggi è rimasta quella eletta insieme a Matteo Renzi). Il grande dubbio resta quello dell’affluenza, che si teme sia scarsa e non a caso nessuno sembra volersi troppo sbilanciare sui numeri. Nel 2017, quando fu confermato Renzi, in provincia parteciparono 22.292 persone, circa la metà rispetto a quelle del 2013 (sempre vinte da Renzi).

CIVICO 11 HOME MRT 05 – 19 12 19

Info utili. Si vota dalle 8 alle 20. Possono votare tutti i cittadini italiani, i cittadini dell’Unione Europea residenti in Italia, i cittadini di altri Paesi in possesso di regolare permesso di soggiorno. L’età minima per votare è 16 anni.
Per votare occorre presentarsi al seggio con un documento di identità, dichiarare di essere elettori del Partito Democratico e accettare la registrazione all’Albo degli elettori del Pd, versare almeno 2 euro.

Si può trovare il proprio seggio a questo link: http://pdravenna.it/2019/02/15/primarie-pd-2019/

Si vota in 89 seggi nella provincia di Ravenna. Oltre 600 volontari saranno impegnati per la gestione delle votazioni.

I candidati alla segreteria nazionale sono Nicola Zingaretti, Maurizio Martina e Roberto Giachetti.

I candidati della provincia di Ravenna all’assemblea nazionale sono:

MOZIONE ZINGARETTI: Michele de Pascale, Milena Barzaglia, Mirco Bagnari, Ouidad Bakkali, Fabio Sbaraglia, Marta Garuffi, Savino Dalmonte, Greta Cavallaro.

MOZIONE MARTINA: Elisa Vardigli, Alessandro Barattoni, Sabrina Mondini, Michele Mazzotti, Maria Cristina Gottarelli, Davide Coralli, Mirella Dalfiume, Davide Coralli.

MOZIONE GIACHETTI: Antonio Lazzari, Manuela Fantinelli, Pierpaolo Cecchi, Patrizia Magnani, Roberto Catalano, Annalisa Barbieri, Alessandro Scarano, Enrica Fantinelli

«Le primarie sono un essenziale momento di apertura e confronto del principale partito di opposizione a questo Governo – è quanto dichiara il segretario provinciale Alessandro Barattoni –. In un anno abbiamo visto come questo esecutivo si è caratterizzato non per essere quello del cambiamento ma per l’incapacità di trovare una sintesi per prendere decisioni sul futuro dell’Italia. A oggi si sono solo scaricate le colpe sui governi precedenti. Manca completamente un’idea di sviluppo del Paese; il Decreto Dignità di Di Maio e il Decreto Sicurezza di Salvini hanno prodotto per ora solo l’aumento della disoccupazione e l’abbandono di intere famiglie per strada. Far risalire la china all’Italia e fermare questa deriva è possibile e si può fare ripartendo dal Partito Democratico e partecipando alle primarie».

Nei seggi delle primarie verranno distribuite le bandiere dell’Europa da esporre il 21 marzo come chiesto da Romano Prodi nel suo appello agli europeisti.

CONSAR HOME BILLB MID1 02 – 08 12 19
COFARI HOME LEAD MID2 25 11 – 15 12 19
ASER LEAD MID2 02 – 31 12 2019
RD CASA ANNUNCI – HOME LEAD BOTTOM 01 01 – 31 12 19