In aula a Faenza dopo il Gf: «Ho solo vinto un reality, voglio la laurea»

Intervista alla 22enne Federica Lepanto, ragazza immagine che studia da infermiera: «Quale strada prenderò? Ancora non so»

La strada che l’ha portata ai 200mila euro del premio come quattordicesima vincitrice del Grande Fratello è cominciata da una discoteca di Milano Marittima: «Una sera facevano un casting in un locale dove ero per un aperitivo e mi chiesero di fare un provino. L’ho fatto per divertimento e mi hanno preso». Federica Lepanto ha 22 anni, è nata Salerno, cresciuta ad Agropoli, negli ultimi tre anni ha vissuto a Faenza – che le ha aggiunto qualche «Ma va là» sparso fra una battuta e l’altra – dove si è trasferita per studiare Scienze infermieristiche, lavorando come ragazza immagine nei locali notturni della Romagna per mantenersi: «Mi manca un esame e mezzo e la tesi. Entro aprile vorrei laurearmi…».

Con la popolarità della vittoria del Gf e 200mila euro in tasca, la laurea è davvero il primo pensiero adesso?
«Vorrei completare il percorso di studi che ho scelto. Prima di andare al Grande Fratello sembrava davvero un traguardo vicino, oggi mi rendo conto che sarà più difficile concentrarsi negli studi con tutto quello che mi sta succedendo dopo l’uscita ma ci proverò».

Come sarà il ritorno tra colleghi e professori a Faenza?
«Chi mi voleva bene mi abbraccerà, chi mi criticava continuerà a farlo, chi non mi conosceva si sarà fatto una sua idea se ha visto il programma e si comporterà come vuole. Io sono sempre la stessa».

Per tre anni a Faenza da studentessa fuori sede. Che ambiente ha trovato?
«Sono stata accolta con un grande sorriso. All’università mi sono trovata bene, i professori sono sempre stati molto disponibili con tutti».

C’è un luogo della città con cui ha un legame particolare?
«Il parco Bucci. Andavo con i colleghi di università a studiare o rilassarci. Era divertente con gli animaletti attorno».

Sarà difficile ora fare una cosa simile passando inosservati…
«La gente mi ferma per strada e mi abbraccia, dalle bambine alle nonne di 80 anni. Vogliono fare foto e mi raccontano i loro problemi e io cerco di ascoltare tutti».

E molti altri utilizzano il canale dei social network. Com’è stato riaccendere il telefonino e raprire i profili?
«Su Instagram mi sono ritrovata 100mila follower una settimana dopo la vittoria (oggi saliti a 138mila, ndr) e quasi 200mila fan su Facebook. Ho chiuso il mio profilo personale e c’è una fanpage creata da quattro ragazze Luana, Sara, Sonia e Angie che non mi conoscevano di persona, le ho volute conoscere subito e le devo veramente ringraziare con il cuore per tutto quello che hanno fatto».

Non è tutto un po’ assurdo visto che in fin dei conti ha solo vinto un reality?
«È tutto piuttosto inverosimile e me ne rendo conto. Sento come se la gente si aspettasse qualcosa da me, come se in me avessero fiducia per far cambiare le cose. So che è strano da dire ma succede questo. Proverò a non deluderli».

I fan si sono ribattezzati Armata Lepanto. Cosa si aspetta l’armata?
«Non è facile da raccontare. Credo che vorrebbero un cambiamento di cose nel mondo. Vogliono far passare un messaggio di cambiamento attraverso di me. Per questo sto pensando a qualche evento con i tanti che mi stanno vicino per sostenere qualche progetto sociale. Le idee ci sono ma vanno messe in ordine. Confesso che ho anche un po’ di ansia che ogni tanto mi fa scoppiare in lacrime».

A proposito di lacrime, perché in quella casa si piange così tanto?
«Se mi avessero detto prima di entrare che avrei pianto così tanto non ci avrei mai creduto. Però poi ti capita di arrivare là dentro davanti a telecamere e microfoni con 15 concorrenti che non mi potevano sopportare e volevano eliminarmi dopo due ore che ero lì, non c’era mamma, non c’erano amici, 150mila euro per pagare la penale per uscire in anticipo non li avevo e allora viene fuori un lato emotivo che non mi aspettavo. Sarà che in quella casa gli specchi sono tanti e ti confronti spesso con te stesso».

Il primo bacio dell’edizione è stato nel garage con Alessandro che non sapeva nella casa ci fosse la sua ex di cui si diceva innamorato…
«Pensavo che all’uscita qualcuno mi avrebbe rinfacciato quel bacio, roba da dovermi nascondere pure dalla mia famiglia. Invece no».

Qual è il piano per i 200mila euro del premio?
«Domanda da un milione di dollari. Intanto li aspetto visto che da contratto dovrebbero arrivare fra sei mesi. Di sicuro una parte andranno ai miei genitori che mi hanno aiutato molto finora e mio padre ha perso il lavoro da poco. Poi gli altri vedremo, dipenderà anche quale sarà la mia situazione fra sei mesi. Per come stanno andando le cose è difficile fare previsioni».

Quando andava in onda la prima edizione del Gf nel 2000 aveva 7 anni. È stata una fan delle tredici stagioni prima della sua?
«Mai guardato. E siccome le cazzate non le so dire, lo ammetto che non lo reputavo un gran programma».

E poi?
«Ho fatto il casting per scherzo quella sera in discoteca e mi hanno scelto loro. Durante i provini mi sono sentita trattata come una figlia, tutti molto premurosi. A quel punto ho deciso di buttarmi. Speriamo che l’edizione di quest’anno sia piaciuta a qualcuno in più. Non eravamo persone a caccia di soldi».

E quando ha detto “Mamma, vado al Gf”?
«Mi ha chiesto se pensavo fosse adatto a me».

In futuro nel curriculum di Federica Lepanto sarà più utile scrivere “Infermiera” o “Vincitrice del Gf14”?
«La laurea ancora non c’è anche se voglio arrivarci mentre il Gf c’è. Non so rispondere adesso, oggi hanno la stessa importanza: possono portarmi in direzioni diverse, non voglio chiudermi nessuna possibilità. Non è detto che farò della televisione ma se capiterà perché no, così come vorrei avere altre possibilità».

RAVENNANTICA MOSY NUOVO BILLB 17 09 – 31 12 21
ORIGINAL PARQUET BILLB MID FISSO 18 – 24 10 21
CONAD APERTI BILLB 22 03 20 – 31 10 21