Arrigo Sacchi parla dello sport come metafora di vita nella sua Fusignano

L’ex tecnico di Milan e Nazionale ospite dell’auditorium Arcangelo Corelli. «La modestia è fondamentale e questo paese ha bisogno di essere una squadra»

Arrigo SacchiArrigo Sacchi sarà all’auditorium “Arcangelo Corelli” (in vicolo Belletti 2) nella sua Fusignano nella serata di giovedì 15 febbraio, alle 21. L’ex tecnico del Milan parlerà in occasione dell’incontro dal titolo “Lo sport come metafora della vita”. Sacchi parlerà del ruolo fondamentale dello sport per trasmettere valori ed educazione. Conduce la serata il giornalista di Tuttosport, Filippo Cornacchia. All’iniziativa parteciperanno anche le società sportive con i bambini. 

«Lo sport in genere è uno dei sentieri più importanti per la crescita delle persone in tutte le parti del mondo, fa crescere la persone perché fa porre obiettivi, fa capire la vita e la società, è una lezione di vita – ha dichiarato Arrigo Sacchi -. Il calcio, essendo uno sport di squadra, aiuta ad uscire dall’egocentrismo, l’altruismo crea nelle persone generosità, allegria e intelligenza«. 

«La modestia – continua Sacchi – è fondamentale e questo paese ha bisogno di essere una squadra perché si vince come sistema, come paese, altrimenti si perde. Le scorciatoie non portano a vittorie sane, è importante insegnare il rispetto delle regole e per questo, nella crescita dei bambini, il compito dei genitori è fondamentale, la furbizia non deve mai andare al posto del merito». L’ingresso è libero.